Primo Piano

Scappini: «Questa era una partita da vincere»

«Sono molto arrabbiato. Gubbio ormai appartiene al passato, pensiamo subito alla prossima sfida di Trieste»

Mauro Falduto
23.02.2020 19:25

Stefano Scappini a Gubbio non è partito dall'inizio, ma il suo apporto nel corso della ripresa è stato importante seppur non determinante per portare a casa i tre punti.

Innanzitutto come stai fisicamente?
«Diciamo che si va avanti e ormai si convive per forza col dolore...».

Primo tempo meno bene del secondo tempo in cui è mancato solo il gol...
«Sì, c'è stata una bella reazione. Ho avuto un'occasione importante: volevo calciare basso, ma mi è venuta una conclusione alta e il loro portiere Ravaglia ha fatto un'ottima parata. Al di là della nostra buona reazione, non giriamoci troppo intorno: questa era una partita da vincere».

Qualcuno ha avuto da ridire anche sulla direzione di gara...
«Probabilmente l'arbitro è rimasto scottato dal gol che ci ha dato all'ultimo minuto in quel Reggiana-Sambenedettese. Comunque, arbitro a parte, oggi bisognava vincere...».

Come sono le vostre sensazioni dopo questo pareggio?
«Personalmente sono molto arrabbiato. Lo siamo tutti. Noi siamo la Reggiana e siamo una squadra abituata a fare la partita. Ad ogni modo questa gara fa già parte del passato, ora dobbiamo concentrarci sulla trasferta di mercoledì a Trieste».


Vota il migliore granata in campo di Gubbio-Reggiana

Commenti

Le pagelle di Gubbio-Reggiana
Espeche: «Gubbio chiuso e agguerrito, non siamo riusciti a concretizzare le poche occasioni create»