L'avversario

L'avversario - Potenza, la banda degli over 30 vuole portare i rossoblù nella storia

La difesa di ferro e la grande esperienza sono le armi in più dei leoni lucani. La Serie B manca dal lontano 1968

Redazione TuttoReggiana
10.07.2020 19:00

Reggiana-Potenza è un incrocio che manca dal 2009/10, campionato di Serie C nel quale i granata di Dominissini lottarono fino all'ultimo per la promozione in B mentre i lucani si trovarono costretti a salutare il calcio professionistico in seguito al declassamento all'ulltimo poso in classifica per illecito sportivo. Da allora è iniziata la lunga risalita del Potenza che, dopo 9 anni tra i dilettanti, è tornato in Lega Pro nella stagione 2018/19. Un egregio quinto posto nel primo anno di C, migliorato dalla quarta piazza raggiunta al termine di questa stagione conclusa anzitempo con 56 punti in 30 partite, frutto di 16 vittorie, 8 pareggi e 6 sconfitte. L'attacco del Potenza non ha brillato mettendo a segno solo 36 reti mentre la difesa si è confermata la terza migliore del girone C con appena 23 gol incassati (due in meno della Reggiana con tre gare in più). Lontano da casa in campionato il Potenza ha ben figurato con 7 vittorie, 4 pareggi e altrettante sconfitte: 20 gol sengati, 16 subiti.

LA ROSA. Tanti i volti noti tra le file dei lucani, squadra dall'età media importante (27,7 anni) che fonda i suoi successi sul forte gruppo allenato da mister Giuseppe Raffaele, 44enne che si è fatto le ossa tra i dilettanti con Cavese e Messina prima di appordare al Potenza da subentrato nell'ottobre del 2018. Il modulo di riferimento è il 3-4-3, a volte tramutato in 3-4-2-1. Tra i pali il 32enne Ioime infonde sicurezza, protetto da una banda di "vecchietti" formata dal 39enne brasiliano Emerson (ex Padova e Feralpi), centrale mancino con il vizio del gol (3), dal 36enne Giosa e dal 32enne Sales. Come esterno di fascia ma anche da centrale e difensore fin qui ha ben figurato il classe '93 Silvestri. A centrocampo le redini del gioco rossoblù sono in mano al 37enne Dettori, ex Padova, Feralpi e Cremonese tornato in Basilicata dopo quasi 10 anni; Coppola e D'Angelo sono gli altri due mediani spesso titolari. Il tridente offensivo è formato da Manuel Ricci, a Reggio nel 2014/15, dal capocannoniere con 11 reti Murano e dal "furetto" Golfo, scuola Parma. Importante in campionato l'apporto dalla panchina dell'ex Mantova Ferri Marini (7 gol) e del 34enne Isgrò, entrambi non più disponibili in questi playoff, oltre a quello della bandiera rossoblù Carlos França, brasiliano classe '80 a segno cinque volte in questa stagione compresa la rete che ha steso la Triestina. Da valutare per lunedì sera le condizioni di Golfo e Murano, usciti malconci dalla sfida di giovedì con i giuliani, oltre a quelle di Dettori, rientrato dopo un lungo stop.

IL CAMMINO AI PLAYOFF. Il Potenza ha debuttato nel secondo turno della fase del girone tra le mura amiche il 5 luglio contro il Catanzaro, superando i calabresi grazie al gol di Murano, raggiunto nel finale dall'inutile pareggio di Urso al 95'. Nel primo turno della fase nazionale è stata invece una rete di França al 96' a decidere la sfida casalinga contro la Triestina, gara molto sofferta (due legni per l'Unione) e non senza polemiche per un rigore non concesso agli ospiti nel finale.

I PRECEDENTI. Risalgono principalmente agli anni '60 in Serie B i confronti tra granata e rossoblù: Reggiana avanti con 4 vittorie, 3 i successi per i leoni e altrettanti i pareggi. Il primo scontro risale alla stagione 1964/65, deciso dalle reti granata in rimonta di Calloni, Tomi e Bon. L'unica sconfitta a Reggio, al "Mirabello", è datata febbraio 1967: 1-0 firmato da Piaceri. In tempi più recenti Reggiana e Potenza si sono ritrovate al "Giglio" nel novembre del 2009: match vinto in rimonta dai ragazzi di Dominissini grazie al rigore di Stefani e alla rete al 90' di Anderson condita dalle polemiche post partita dell'allenatore lucano Eziolino Capuano. Al ritorno, nel marzo 2010, pareggio a reti bianche allo stadio "Viviani".

Commenti

Reggiana-Potenza sarà trasmessa in diretta da Rai Sport
Regia di nuovo al "Città del Tricolore" per preparare la sfida contro il Potenza