Primo Piano

Zamparo dopo la doppietta: «Voglio continuare a migliorarmi. Gubbio e Trieste trasferte fondamentali»

L'Arciere commenta il successo contro l'Arzignano che proietta i granata a -4 dalla vetta: «Dobbiamo lavorare più di loro e farci trovare pronti per lo scontro diretto»

Mauro Falduto
18.02.2020 01:00

«Sono contento perche è stata una bella serata, abbiamo recuperato dei punti sulla prima e superato il Carpi - il commento a fine gara di Luca Zamparo, autore della seconda doppietta stagionale in granata questa volta ai danni dell'Arzignano - Sono contento anche perché ho raggiunto la doppia cifra con 11 reti. Degli errori ne sono stati fatti, per questo vogliamo continuare a migliorarci».

Il mister cosa vi ha detto in settimana?
«Ha dosato bene le parole e non ha fatto pesare gli errori di Carpi. Ci ha solamente istruiti sul come reagire ad una sconfitta. Oggi non era facile e d'ora in avanti sarà sempre più dura...».

Gubbio e Trieste sono trasferte molto probanti...
«Giocare tre partite in una settimana ci farà capire come andrà avanti il campionato. Per ora siamo dietro a -4, quindi dobbiamo lavorare di più e arrivare al meglio allo scontro diretto passando da queste due trasferte che sono gare ancora più importanti».

A livello realizzativo stai vivendo un momento fantastico..
«Sto cercando di cavalcare l'onda. In squadra c'è una sana concorrenza, cerchiamo di aiutarci a vicenda. Questo è il mio momento, magari più avanti toccherà ad altri. Ad ogni modo in attacco siamo completi e possiamo dire la nostra».

Il tuo primo gol è nato da uno schema?
«Cerchiamo molto gli esterni per arrivare al cross. Ho visto che Scappini attaccava il primo palo così sono andato sul secondo: lui non l'ha presa molto bene ma ci sono arrivato lo stesso anche se temevo di essere in fuorigioco...».

Hai un obiettivo di reti da raggiungere?
«No. In questo momento è più importante vincere».

La parentesi al Rimini ormai è acqua passata...
«A Rimini ho sempre giocato nel mio ruolo accumulando esperienza. Sono stati 6 mesi in cui sono migliorato tanto così sono arrivato a Reggio pronto. Ho solo 25 anni e voglio sfruttare al meglio queste stagioni per migliorari e continuare su questa strada».


Vota il migliore granata in campo di Reggiana-Arzignano

Commenti

Le pagelle di Reggiana-Arzignano
Alvini: «Vittoria fondamentale e inaspettata, bene così. Il Vicenza? Non mi interessa»