Primo Piano

Zamparo e Kargbo, la Reggiana supera l'Arzignano e si porta a -4 dalla vetta

La doppietta dell'Arciere e il gol dell'attaccante sierraleonese rimediano all'errore di Espeche in avvio di ripresa

Gianluca Ferrari
17.02.2020 22:45

Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Non senza difficoltà - e grazie agli errori degli avversari - la Reggiana di Alvini si rialza subito dopo la batosa di Carpi e supera al "Città del Tricolore" l'Arzignano del grande ex Alberto Colombo con il risultato di 3-1. Ancora una volta, la copertina è tutta per Luca Zamparo che trascina i granata con un'altra doppietta (già 7 i centri in campionato dal suo ritorno) rimediando all'errore di Espeche che aveva portato al provvisorio 1-1 della squadra vicentina. A chiudere la gara ci pensa Kargbo che sfrutta un rinvio errato di un difensore ospite.

Il primo tempo è avaro di emozioni, almeno fino al gol che sblocca la gara. Gli ospiti coprono bene tutti gli spazi e concedono le briciole agli attaccanti granata. L'occasione più ghiotta capita sui piedi di Scappini che conclude alto dal limite dell'area dopo una bella serpentina di Serrotti (che si accende a tratti). Sul finire di tempo arriva il gol della Reggiana: Libutti mette in mezzo dalla destra, Scappini prolunga di testa il pallone sul secondo palo dove si inserisce con tempismo il solito Zamparo che segna il gol del vantaggio. Per l'Arciere è il sesto gol con la maglia granata in questo 2020. Venturi mai veramente impegnato.

La ripresa si apre nel segno degli errori. Dopo 10 minuti un'incredibile incomprensione tra Espeche e Venturi lascia strada a Balestrero che quasi incredulo deposita in rete. Il pareggio degli ospiti, però, dura appena un minuto. Tazza si fa anticipare in area vicentina da Zamparo e lo stende. Per l'arbitro è calcio di rigore che lo stesso numero 30 granata realizza con freddezza. Doppietta personale e settimo gol in campionato per Zamparo con la Regia (4 con il Rimini). La saga degli errori non finisce qui: Rozzio "liscia" completamente il pallone nel tentativo di rinviare regalando una ghiotta occasione a Piccioni che conclude maldestramente a lato a tu per tu con Venturi. La solita girandola di cambi porta Alvini a ruotare - come al solito - le due fasce variando anche la coppia d'attacco (entrano Kargbo e Marchi), ma il 3-1 è opera di un altro regalo del difensore Tazza che sbaglia il rinvio di testa permettendo a Kargbo di chiudere i conti con uno splendido destro al volo. La Reggiana, anche se con qualche patema di troppo, supera l'Arzignano e torna a -4 dalla capolista Vicenza.

 

Vota il migliore granata in campo

 

Il tabellino

REGGIANA - ARZIGNANO 3-1 
Marcatori: pt 44′ Zamparo (R); st 10′ Balestrero (A), 12′ Zamparo (R) su rigore, 36′ Kargbo (R)
REGGIANA (3-4-1-2) Venturi; Espeche, Rozzio, Martinelli; Libutti (18′ st Kirwan), Serrotti (43′ st Costa), Rossi, Favalli (25′ st Lunetta); Radrezza; Scappini (18′ st Kargbo), Zamparo (25′ st Marchi). A disposizione: Voltolini, Pellizzari, Valencia, Zanini, Brodic. Allenatore: Massimiliano Alvini.
ARZIGNANO (4-3-1-2) Tosi; Tazza, Bonalumi, Bigolin, Lo Porto; Calcagni, Balestrero, Perretta; Sbaffo (26′ st Heatley); Piccioni (26′ st Ferrara), Kouko. A disposizione: Faccioli, Pasqualoni, Barzaghi, Hoxha, Cais, Calcagno, Pattarello, Casini. Allenatore: Alberto Colombo.
Arbitro: Fontani di Siena (Motta di Molitierno e Dell’Orco di Policoro).
NOTE Ammoniti: Rossi, Bigolin, Balestrero, Lunetta. Calci d’angolo: 6-1 per la Reggiana. Spettatori 6.044. Incasso di 30.644,42 Euro 

Commenti

Le pagelle di Reggiana-Arzignano
Alvini: «Vittoria fondamentale e inaspettata, bene così. Il Vicenza? Non mi interessa»