Primo Piano

I nuovi soci granata: «Siamo tifosi. Qui per dare una mano alla società»

Cesare Roberto, Livio Bondavalli e Modulcasa Line insieme detengono il 20% delle quote della Reggio Audace

Gian Marco Regnani
27.06.2019 17:30

Da sinistra: Roberto, Bondavalli e Reggiani

Oggi pomeriggio nello studio del commercialista Baldini in via Emilia sono entrati nel mondo granata tre nuovi imprenditori che, seppure con delle piccole quote, rafforzano la compagine sociale della Reggio Audace.

Cesare Roberto, titolare dell'azienda carpigiana Sarchio e già sponsor granata, ha acquisito il 10% delle quote. «Mi hanno convinto dicendomi che c'era un problema da risolvere per mettere la società nella condizione di operare nel migliore dei modi - ha spiegato Roberto - Questo problema ora è risolto. La Reggiana? Seguo i granata da sempre, non è stato doloroso dare un contributo ad una società che quest'anno merita di avere una continuità rispetto a tutto quello che è stato iniziato la scorsa estate. Da tifoso sono rimasto deluso dai risultati delle ultime stagioni, ma ho conosciuto bel gruppo che mi ha fatto riaccendere la passione che già ardeva dentro di me».

In rappresentanza dell'azienda parmense Modulcasa Line, entrata con il 5% delle quote tramite la holding Ital.Pref., era presente Mario Reggiani. «Io e mio padre seguiamo la Reggiana dagli anni 80' quando c'erano Fogli e Vandelli - ha ricordato Reggiani - Da allora la passione non è mai venuta a mancare. Ci hanno chiesto di dare una mano e siamo qui anche se in precedenza non eravamo sponsor. Questa è la prima volta che ci avviciniamo al mondo granata, ma facciamo già parte del pool di sponsor della Pallacanestro Reggiana da 4-5 anni e per motivi di lavoro eravamo legati anche al Sassuolo sempre come sponsor».

Livio Bondavalli, titolare di IT SPORT (produzione manti in erba sintetica) ed ex responsabile vendite esteri della Nuova Castelli, è entrato con il 5% di quote a titolo personale. «Sono qui per dare una mano nel mio piccolo - ha sottolineato Bondavalli - Avendo lavorato per il gruppo Nuova Castelli conoscevo già bene il club e loro conoscevano me, per questo mi hanno contattato».

Commenti

Amadei, prime parole da socio granata: «Esprimo gratitudine per la stima e l'apprezzamento nei miei confronti»
Tra Serie D e Serie C la Reggiana inizia a gettare le basi del proprio futuro