Primo Piano

Le pagelle di Arzignano-Reggiana

Difesa impeccabile, Rossi e Staiti predicano nel deserto, davanti Kargbo fa quel che può. Libutti e Zanini dalla panchina per poco non danno la svolta alla partita

Gian Marco Regnani
29.09.2019 20:45

Narduzzo 6,5 Spettatore non pagante per larghi tratti del match, risponde presente alla punizione di Maldonado. Infonde sicurezza al reparto in tutte le occasioni.

Spanò 7 Da più di un mese non sbaglia un colpo: la difesa a tre esalta lo esalta anche nella fase di spinta.

Rozzio 6,5 Lì in mezzo di testa i palloni sono tutti suoi. Peccato per quell'inzuccata in area di rigore mal calibrata che termina alta sopra la traversa.

Martinelli 6 Al debutto dal primo minuto non fa rimpiangere Costa. Costretto al giallo per rimediare all'errore di un compagno, è richiamato in panchina per non peggiorare la situazione (dal 18'st Zanini 6,5: per due volte col sinistro va vicino al gol. Dà una grossa mano a Kargbo, fino a quel momento troppo solo).

Kirwan 5 Una conclusione di testa alta sopra la traversa e poco altro. Da un esterno di fascia però ci si aspettano tanti cross... (dal 19'st Libutti 6,5: col suo ingresso cambia la musica sulla corsia di destra; dal suo piede parte il cross che crea scompiglio nell'area veneta nel finale).

Rossi 7 Pronti, via e colpisce subito l'incrocio dei pali con una punizione magistrale. È il punto di riferimento in mezzo al campo, senza di lui oggi la Reggiana avrebbe perso la bussola.

Espeche 6 Al posto di Varone fa quel che può, ma quando gli si chiede di portare la palla tornano a galla gli errori e le indecisioni già viste in passato. Meglio da difensore centrale nel finale.

Favale 5 Tanta corsa sulla fascia, ma questa volta il suo sinistro non è accordato a dovere (dal 32'st Santovito 6 Approccio positivo. Serve un pallone d'oro a Zanini nel recupero).

Radrezza 5,5 Trequartista prima e mediano poi, tecnicamente non si discute ma dà sempre l'impressione di voler tenere il pallone un po' troppo, non cogliendo l'attimo giusto per arrivare al tiro in porta o per servire il compagno libero (dal 32'st Haruna 6 vicino al primo gol sulla ribattuta che mette i brividi all'Arzignano a 10' dalla fine).

Staiti 6 Ha qualche giro di motore in meno rispetto al match del Centenario ma assieme a Rossi è l'unico che riesce a dare brio alla manovra. Sui suoi piedi capita l'occasione più ghiotta a metà ripresa ma calcia addosso a Tosi (dal 42'st Iaquinta sv debutto tra i "pro" per il figlio d'arte classe 2002).

Kargbo 6 Con la sua velocità mette in affanno la difesa gialloceleste, a mancare però è la precisione nelle conclusioni. Chiamato ad un ruolo non suo, senza partner di reparto, fatica non poco a tenere alta la squadra ma quando si allarga diventa pericoloso. È lui a disegnare l'assist "ciccato" da Staiti.

All. Massimiliano Alvini 6 Di più non poteva fare: la Reggiana si presenta a cospetto dell'Arzignano praticamente senza attaccanti e con la pesante assenza di Varone a centrocampo. Gli ingressi nella ripresa spingono la squadra ad un passo dal gol: Zanini forse poteva essere buttato nella mischia prima (o dall'inizio)?


Vota il migliore granata in campo

Commenti

I risultati della 7ª giornata - Tentativo di fuga in vetta per il Padova
Una Reggiana incerottata non va oltre il pareggio contro la matricola Arzignano