Primo Piano

Le pagelle di Reggiana-ChievoVerona

Espeche e Cerofolini ancore in difesa, Rossi e Radrezza a centrocampo. A Zamparo è mancata solo la gioia del gol. In cinque dietro la lavagna

Roberto Tegoni
17.10.2020 18:45

Cerofolini 7 Se la Reggiana resta in gara per tutta la partita, gran parte del merito è del giocatore fresco di debutto nella Nazionale Under 21. Mette una pezza dove può in occasione del vantaggio clivense salvo capitolare senza colpe, poi si esibisce in una straordinaria parata in tuffo allo scadere del primo tempo. Il ballottaggio con Venturi, per il momento, ha già un vincitore.

Gyamfi 5 Ancora troppo un pesce fuor d’acqua il difensore ghanese. Dalla sua parte, Garritano lo fa capitolare più volte, anche per la mancata copertura a centrocampo. Alvini lo richiama più volto nel corso del primo tempo poi lo sacrifica per alzare il baricentro della squadra (dal 30’ st Voltan 5,5: venti minuti impalpabili, in cui perde un paio di duelli fisici e ci prova senza incidere da calcio piazzato).

Espeche 7 Come un novello Benjamin Button, il centrale argentino sembra ringiovanire più passa il tempo. Dove non arriva col corpo, ci mette l’esperienza dei suoi 35 anni. Altrimenti ci arriva proprio fisicamente, come quella rincorsa a salvare su Canotto a fine partita.

Martinelli 5,5 Stavolta paga pegno. Ma lui gioca come al solito, il problema è che davanti ha avversari molto più tecnici e veloci di lui. Canotto lo porta a ballare più di una volta, lui si innervosisce e prende un giallo “cattivo”.

Zampano 5 Degli esterni a disposizione, è quello con più esperienza in Serie B. Tuttavia questo aspetto non si concretizza in campo. Poco propositivo in avanti, anche in fase difensiva perde troppi duelli (dal 13’ st Lunetta 6,5: decisamente un’altra musica rispetto al compagno. A sinistra ci mette tutto il suo fisico e la voglia di emergere. Ottimo impatto, anche pericoloso in avanti con quel colpo di testa sventato in angolo da Semper).

Rossi 6,5 Un po’ ingabbiato dal centrocampo strutturato del Chievo. Il capitano di giornata ne esce bene abbassando il baricentro, senza disdegnare di avanzare nel forcing del secondo tempo. Suo l’assist per Zamparo in occasione del vantaggio negato dal guardalinee.

Varone 6  Prosegue il periodo di recupero del Puma. Il suo fisico importante chiede di procedere per gradi, lui inforna un’altra oretta di gioco nelle gambe senza lasciare troppo il segno, in positivo o negativo. Un passo per volta (dal 13’ st Muratore 6: Centrocampista e anche terzino. Forza un po’ le giocate, ma col Chievo tutto chiuso in difesa il rischio è dietro l’angolo).

Kirwan 6,5 E’ vero, i cross usciti dai suoi piedi sono quasi tutti fuori portata degli attaccanti. Ma il neozelandese si propone con costanza e cocciutaggine su fondo per alimentare l’azione offensiva granata. Parte a sinistra, prosegue a destra, chiude centrale di difesa. Prezioso jolly (dal 38’ st Marchi sv.).

Radrezza 7 L’altro “cervello” di questa squadra insieme a Rossi. I due mediani si trovano a meraviglia, l’ex Crema ci mette quella consueta dose di imprevedibilità nella giocata che dà respiro alla manovra.

Zamparo 6,5 La classica partita dove c’è da combattere contro difensori ben più prestanti fisicamente. Lui si cala perfettamente nel ruolo, riuscendo a lavorare benissimo per la squadra. Andrebbe anche al gol con un sontuoso stacco di testa, ma arbitro e assistente non sono d’accordo e gli negano la prima gioia tra i cadetti.

Mazzocchi 5 Probabilmente gioca la sua solita partita, ma per i motivi detti sopra questa sfida non è nelle sue “corde”. Fatica a dialogare coi compagni, pesta spesso i piedi a Zamparo. Il bomber è comunque generoso, ma mai pericoloso. 

All. Alvini 6 In un match fisico come questo, schiera in campo più muscoli che può ma non ha molte carte a disposizione. Nel finale sarebbe servita l'imprevedibilità di Kargbo, forfait dell'ultimo minuto che ha complicato non poco i piani di rimonta del tecnico di Fucecchio.

 

Vota il migliore granata in campo

Commenti

Serie B, i risultati della 3ª giornata. Salernitana in testa, primi tre punti per il Brescia
La Regia torna sulle frequenze di RadioReggio