L'avversario

Pescara, segnali di ripresa dopo un avvio da incubo

I biancazzurri di mister Breda cercano il sorpasso in classifica al "Città del Tricolore"

Redazione TuttoReggiana
02.01.2021 16:00

Damir Ceter © Pescara Calcio

L'arrivo di Roberto Breda in panchina poco più di un mese fa al posto di Massimo Oddo sembra aver dato un impatto positivo alla stagione del Pescara, partita malissimo con 5 sconfitte consecutive nelle prime gare di Serie B, dopo il pari all'esordio con il Chievo. L'obiettivo è quello di mantenere la categoria, anche se i delfini negli ultimi anni hanno abituato i tifosi a emozioni altalenanti: alle promozioni in Serie A nel 2012 e nel 2016 è seguita subito la retrocessione, qualche campionato stentato in B, un 4° posto nel 2018/19 con l'eliminazione in semifinale playoff e lo scorso anno lo spavento ai play out contro il Perugia, vinti solo ai calci di rigore. 

LA ROSA. Dal mercato di gennaio potrebbero arrivare nuovi rinforzi per completare una rosa alle prese anche con alcuni infortuni. Mister Breda predilige il 3-5-2 dove in attacco agiscono spesso in coppia l'esperto Galano (14 gol l'anno scorso, 3 finora) e il colombiano 23enne Ceter (a quota 4 reti) con il giovane serbo Bocic a partire dalla panchina. Lo spagnolo del Genoa, Asencio (lo scorso anno al Cosenza), gioca pochissimo, come e l'italo-argentino Belloni e l'esterno Capone. A centrocampo gli elementi di maggiore esperienza sono Memushaj (al Pescara dal 2014, con una parentesi al Benevento) e Valdifiori, ex Empoli, Napoli, Torino, Spal, al fianco dei più giovani Maistro (squalificato per lunedì), Omeonga e Busellato. Sulla fascia sinistra dà garanzie Jaroszynski (nel curriculum due stagioni in A con il Chievo), a destra trova minuti importanti il classe 2000 scuola Milan Bellanova. La difesa è stata messa sotto accusa in diverse occasioni: Fiorillo difende i pali, Bocchetti (al Verona con poca fortuna l'anno scorso dopo i tanti anni in Russia) guida la retroguardia e mister Breda lo conferma insieme a Scognamiglio e Guth.

I PRECEDENTI. Reggiana e Pescara si sono già incontrate 28 volte, soprattutto a cavallo degli anni '90 in Serie B: 14 vittorie complessive per i biancazzurri, 7 per i granata e altrettanti i pareggi. Gli ultimi precedenti risalgono alla stagione 2009/10 in Serie C: doppio confronto in campionato e ai playoff. Nella regular season vittoria per 2-1 della Regia di Dominissini al "Giglio" firmata da Stefani e Ingari, netta sconfitta in Abruzzo per 3-0 al ritorno. Ai playoff 0-0 casalingo all'andata, ma i granata furono eliminati in seguito al 2-0 subìto allo stadio "Adriatico" nella gara di ritorno. Nella serie cadetta Reggiana e Pescara si sono incontrate per l'ultima volta nel 1998/99: granata sconfitti in trasferta all'andata (1-0) e in casa al ritorno (2-0). 

Commenti

Un anno da ricordare: il 2020 granata
Igor Radrezza migliore granata in campo di Pordenone-Reggiana