Mercato

Tosi e il mercato a rilento: «In luglio le sorprese non mancheranno. Le uniche richieste sono arrivate per Libutti»

«Stiamo lavorando per Voltan al Sudtirol. Varone, Radrezza e Del Pinto potrebbero partire. Martinelli non sarà confermato, Venturi sì. Con Rossi stiamo discutendo il rinnovo»

Redazione TuttoReggiana
02.07.2021 17:30

Doriano Tosi, deus ex machina del mercato granata, ha preso la parola davanti ai microfoni approfittando della presentazione di Guglielmotti. Il direttore sportivo della Reggiana ha fatto il punto della situazione sui possibili movimenti in ingresso e in uscita attesi nelle prossime settimane.

«Oggi presentiamo Guglielmotti, un giocatore che ci darà una bella mano sulla fascia destra. È sponsorizzato dall’allenatore che ne conosce benissimo pregi e difetti – ha sottolineato Tosi – Allo stesso modo posso dire che abbiamo prolungato di un anno il contratto di Rozzio, consolidando il rapporto che ci lega da anni. Piano piano nei prossimi giorni il lavoro di “semina” fatto nell’ultimo mese darà i suoi frutti. Non posso essere sicuro al 100% perché il calciomercato va a rilento in questi giorni, però credo che in luglio le sorprese per noi non mancheranno».

Direttore, quante richieste vi sono arrivate dalla B per i giocatori sotto contratto?
«Tante voci sono fatte girare dai procuratori o da radio mercato, ma le uniche richieste concrete arrivate alla nostra società riguardano Libutti. E non si tratta del Cittadella. Nel suo caso mi devo quindi cautelare trovando un eventuale sostituto. Ci sono altri giocatori che hanno espresso il desiderio di andare via: Varone, Radrezza e Del Pinto».

C’è il rischio che qualcuno possa rimanere mal volentieri?
«Conoscendoli direi di no. L’unico forse potrebbe essere Varone considerando il suo carattere. Ho parlato con loro e hanno tutti problemi diversi: Radrezza vorrebbe mantenere la B perché ha visto che in quella categoria ci può stare tranquillamente, quindi per lui si tratta di un desiderio di carriera più che economico. Per Del Pinto invece contano maggiormente gli aspetti contrattuali. Per Varone contano un po' entrambi gli aspetti. Tra questi che ho citato, ad oggi Varone è quello che ha maggiori possibilità di muoversi ma se fossi al suo posto non sarei cosi sicuro di andare via».

Con Voltan siamo arrivati ai titoli di coda?
«Stiamo lavorando per trovare una soluzione affinché venga ceduto in maniera definitiva al Sudtirol. Probabilmente quindi andrà via».

Rivedremo in granata Martinelli e Venturi, attualmente svincolati?
«Martinelli difficilmente sarà confermato, l’allenatore nel suo ruolo vuole un giocatore diverso e noi non possiamo tenerlo per fare il gregario dopo ciò che ha dimostrato negli ultimi due anni. Con Venturi invece siamo vicini all’accordo e speriamo di chiudere la prossima settimana».

Ci sono novità per quanto riguarda la situazione di Fausto Rossi?
«Lui vorrebbe migliorare la sua posizione contrattuale: abbiamo già avuto dei contatti e cercheremo di fare il possibile per trattenerlo ma non vorremmo essere condizionati più di tanto».

Marchi, Scappini e gli altri giocatori con che spirito rientrano dal prestito?
«Scappini è quello che mi sembra più in sintonia. Con Marchi dovrò parlare meglio. Noi non abbiamo alcun giocatore da cedere per forza e questo è un bel vantaggio dato che ci permette di fare le cose con calma. Ci sono giocatori come Gatti o Favale che aspirano a una maglia da titolare e non so se potremo dargliela, ma questo discorso lo affronteremo con loro quando saranno tornati».

Avremo un organico completo il 19 luglio, data di inizio del ritiro?
«Dubito che sarà completo per quella data. Sia noi che i tifosi dobbiamo prepararci a questa evenienza. Il nostro vantaggio è che abbiamo seminato molto e rispetto a giugno vedo che ora qualcosa inizia a sbloccarsi. Nelle prossime tre settimane faremo certamente qualcosa: la nostra filosofia è quella di mettere a disposizione del mister i cosiddetti titolari il prima possibile, poi in agosto cercheremo di completare nel dettaglio la squadra e gestire eventuali uscite».

Commenti

Guglielmotti si presenta: «Ho scelto la Reggiana perché voglio vincere»
Elvis Abbruscato nominato allenatore della Primavera e coordinatore tecnico del Settore Giovanile