Primo Piano

Alvini: «Vogliamo portare in alto questa squadra»

«Dedico la vittoria a Doriano Tosi. La mia corsa sotto la curva? Volevo lasciare il merito ai giocatori, è stato Costa a trascinarmi...»

Mauro Falduto
27.10.2019 18:15

Massimiliano Alvini non nasconde il sorriso nel post partita del "Braglia", dopo che la sua squadra ha sudato le fatidiche sette camicie vincendo finalmente un derby contro il Modena dopo i due k.o. della scorsa stagione.
 

Mister, la sua corsa a gioire sotto la Curva granata è figlia di questo successo?
«Sì, ma francamente non ci volevo andare perchè volevo lo facessero i giocatori. Poi Andrea Costa mi ha portato lì e allora ho ritenuto giusto che anche io mi godessi questo momento. Vincere il derby a Modena è significativo: ho visto il popolo granata in festa, per quei 30 secondi ho voluto gioire con loro».

Era il derby che si aspettava?
«Innanzitutto direi che abbiamo fatto una lettura della partita diversa dal solito, cioè meno aggressiva. Abbiamo preferito aspettare questo Modena, che io ritengo squadra con qualità e quantità, allenata da un ottimo mister. In definitiva sì, mi aspettavo questo tipo di derby, perciò vincere al Braglia è tanta roba soprattutto se penso le condizioni in cui siamo. Non so come abbiano fatto a giocare Scappini e Rossi...».

Serve più cinismo a questa squadra?
«Si, è il difetto che abbiamo e lo si é visto anche nelle precedenti partite. Abbiamo sofferto in alcuni frangenti soprattutto negli ultimi minuti, ma anche oggi abbiamo sprecato qualche ghiotta occasione per chiuderla, vedi quella di Zanini nel secondo tempo. Sul cinismo ci dobbiamo lavorare».

Ha avuto risposte buone non solo dai titolari, ma anche dalla panchina...
«Risposte importanti. Mi riferisco in particolare ad Haruna che appena entrato, ha dato equilibrio al gioco. Ho messo un giovane come lui su un giocatore esperto come Sodinha, che nel secondo tempo è stato arretrato a centrocampo. Il ragazzino ha fatto una partita fantastica, lui come tutti gli altri. Onore comunque al Modena che ha fatto una buona gara a livello tattico. È stato un derby da categoria superiore. Se possibile, vorrei aggiungere un'ultima cosa..».

Prego...
«Dedico questa vittoria al nostro direttore Doriano Tosi perchè se io ho la fortuna di allenare la Reggiana è merito suo. Doriano ha fatto la storia a Modena: eppure credo che l'anno scorso non sia stato trattato benissimo. Perciò gli dedico questo successo».


Vota il migliore granata in campo di Modena-Reggiana

Commenti

Le pagelle di Modena-Reggiana
Scappini: «Il gol è stato bello, ma l'esultanza a fine gara è stata liberatoria»