Primo Piano

Carlini: «Giocando così arriveremo lontano»

«Dobbiamo rischiare palla a terra per mandare in porta gli attaccanti»

Gian Marco Regnani
10.12.2017 11:30

Tornato al centro del campo complice la squalifica ridotta e l'infortunio che ha costretto Riverola ad accomodarsi in tribuna, Massimiliano Carlini ha preso subito per mano le redini della manovra granata fungendo da ottimo collante fra difesa e attacco.

«Dopo la partita abbiamo parlato tutti assieme nello spogliatoio - rivela il calciatore ex Frosinone - Bovo ci ha detto che oggi (ieri, ndr) abbiamo dimostrato di non avere nulla in meno rispetto alla capolsita. Ovviamente c'è grande rammarico per i punti persi a inizio stagione ma questo risultato ci deve dare la forza e la convinzione che siamo un'ottima squadra e che questo deve essere l'inizio di un nuovo cammino destinato a portarci grandi sosdsifazioni».

Non avete rischiato un po' troppo facendo sempre ripartire l'azione dalle retrovie anche se pressati?
«Se vogliamo dare la possibilità ai nostri attaccanti di giocare verso la porta dobbiamo rischiare da dietro e saltare la prima linea di pressione avverasaria: facendo cosi permettiamo alle nostre punte di attaccare con serentià e puntare l'uomo».


Vota il migliore granata in campo di Padova-Reggiana

Commenti

Eberini: «Questo pareggio è un punto di partenza, la Reggiana ha dimostrato di avere gli attributi»
Panizzi: «Giocare a Padova non è mai semplice, prova di maturità superata»