Primo Piano

Le pagelle di Adrense-Reggiana: conferma Muro, difesa dietro la lavagna

Zamparo lotta ma non punge, si salvano Dammacco e Ponsat

Gianluca Ferrari
05.05.2019 18:30

Rossi 6 Si oppone alla prima conclusione di Mozzanica ma non può nulla sulla seconda. Sorpreso dalla deviazione di Palmiero sul tiro del 3-1, può fare poco anche sugli altri gol

Piccinini 5,5 E' il meno peggio di una difesa disattenta e svagata, che concede davvero troppe chances ai padroni di casa. In leggero ritardo su Martinez in occasione del primo gol, poi fa il suo dovere senza commettere gravi errori ma senza nemmeno rischiare più di troppo in avanti (Sanat 6 Entra col piglio giusto, dando qualità e maggiori scelte alla squadra).

Palmiero 5 Si fa saltare troppo facilmente dopo appena 20 secondi di gioco e per il resto della gara sembra tutt'altro che sicuro negli interventi e nelle uscite palla al piede. Bardelloni gli fa vedere i sorci verdi e anche nell'azione del quarto gol si fa anticipare dall'inserimento in area di Laner.

Cigagna 5 Male anche lui, che tra tutti i giovani in campo è quello con più esperienza. Disattento come tutti sul primo gol, compie diverse chiusure determinanti ma anche grossolani errori in appoggio. Nell'ultima parte di stagione, il suo rendimento è calato vistosamente

Cozzolino 5 Sulla sua fascia, i padroni di casa sfondano spesso e volentieri. Spinge poco anche in avanti, dove non riesce mai a servire un pallone giocabile ai compagni. Sul il fallo da rigore (molto dubbio) che Bardelloni trasforma nel 2-1 (Rozzio sv Finalmente il rientro in campo dopo 5 mesi: la condizione atletica è quella che è, ma forse c'è il tempo per recuperare qualcosa entro i playoff).

Talarico 5,5 La difesa crolla subito perchè manca il filtro e l'aiuto del centrocampo; soffre la fisicità degli avversari e sbaglia qualche appoggio di troppo, ma non vogliamo essere troppo duri perchè si tratta di un giovanissimo alla partita d'esordio (Bran 6 Entra per mettere una pezza in difesa. Colpisce una traversa dopo una bella azione personale. Data la carenza di esterni la sua crescita è un bel segnale).

Pastore 5,5 Cerca spesso l'iniziativa personale andando alla conclusione da lontano ma con poca efficacia. Anche da lui, oggi, ci si aspettava qualcosa di più ma forse era condizionato dalla diffida che poteva costargli il primo turno dei playoff.

Muro 6,5 Conferma le ottime impressioni mostrate all'esordio contro il Fanfulla. Gioca con personalità e non ha mai paura di tentare la giocata per i compagni: proprio da una sua iniziativa nasce il primo gol granata. Vero, ne sbaglia poi uno davanti al portiere, ma anche in questo caso è bravo nel farsi trovare scegliendo il tempo giusto dell'inserimento. 

Dammacco 6,5 Gol (il primo in maglia granata) e assist per il giovane trequartista granata che, a volte, sembra poter accendere la lampadina, in altre invece risulta piuttosto fumoso. Intermittente. 

Ponsat 6,5 Ricambia a Dammacco l'assist ricevuto in occasione del primo gol. Va a fiammate anche lui, ma quando si accende crea sempre pericolo pericolo alla difesa avversaria. Oggi purtroppo non si è vista l'intesa con Zamparo.

Zamparo 6 Non timbra il cartellino com'è solito fare ma è ammirevole l'impegno e la costanza che mette nel correre dietro gli avversari e giocare per la squadra. Baluardo

All. Antonioli 6 Riconferma la squadra piena zeppa di giovani che ha sommerso il Fanfulla, ma questa volta viene tradito dai suoi ragazzi che vengono sorpresi dopo pochi secondi e non riescono più a tornare in partita se non per una decina di minuti. Sconfitta indolore, ma che serve per capire quali giocatori possono dare le garanzie migliori nel caso non si riuscissero a recuperare tutti i "big" per i playoff, sperando che inizino il più tardi possibile.

 

Vota il migliore granata in campo

 

ADRENSE: Festa 6; Gaye 6, Tagliani 6, Rossi 6,5, Farimbella 7; Laner 7, Faini 6 (Zambelli 6), Mozzanica 6,5 (Lauricella 6); Martinez 6,5 (Paissoni 6), Bardelloni 7,5, Ferrari 6 All. Volpi 6,5.

Commenti

I risultati della 34ª giornata. Spareggio fra Modena e Pergolettese per la promozione, Classe retrocesso
Quattro gol affondano i granata ad Ospitaletto, con l'Adrense i giovani non ripetono l'impresa