Primo Piano

Le pagelle di Carpi-Reggiana

Tutti dietro la lavagna, ad eccezione dello sfortunato Radrezza

Lorenzo Chierici
09.02.2020 21:40

Venturi 5,5 Non ha grosse colpe sui gol, pur avendone presi ben cinque. Gli si può impuntare però la mancata uscita sulla seconda rete di Cianci, che ha saltato indisturbato dalla linea dell'area piccola, che dovrebbe essere terreno di caccia dell'estremo difensore granata.

Spanò 5,5 Se c'è qualcuno da salvare quello è proprio il capitano: si è inventato il filtrante per il rigore di Kargbo e ha tamponato ovunque potesse. Questo almeno nel primo tempo, mentre nel secondo non è stato attento in diverse occasioni, vedi il gol di Biasci. L'espulsione poi è parsa decisamente generosa...

Rozzio 5,5 Nel primo tempo è andato bene, mentre nel secondo, come Spanò, è rimasto avvolto dal vortice di negatività e di pressapochiscmo che ha caratterizzato tutta la squadra. È uscito per un problema muscolare al flessore alla mezzora (dal 30'st Espeche 5: approccio, seppur a freddo, da dimenticare. Tanti errori e falli gratuiti. Lunedì prossimo tocca a lui...).

Martinelli 5 Ha commesso diversi errori in fase di possesso. Sul gol di Biasci si è fatto trovare nettamente fuori posizione, tanto da essere asfaltato dalla corsa di Saric che poi ha travolto anche Fausto Rossi. Deve essere più costante.

Kirwan 5 E chi l'ha visto? Di cross praticamente non ne ha fatti, in fase difensiva ha sofferto la velocità degli avversari, tant'è che mister Alvini, tra il primo e il secondo tempo lo ha tolto (dal 1's Libutti 5: è entrato per cambiare la paritta sull'out di destra, ma non ha combinato nulla di concreto).

Varone 5 Di tiri in porta non ne ha fatti, di tiri fuori almeno un paio. Ha recuperato diversi palloni, ma non ha sfruttato al meglio le sue doti in fase di costruzione dov'è effettivamente un po' mancato. Se nel primo tempo, quando la Reggiana era ancora in campo, sono arrivati solo due o tre palloni giocanili alle punte, qualche colpa i centrocampisti ce l'avranno...

Rossi 5 Stesso discorso fatto per il "puma". Sul gol di Biasci si è fatto letteralmente bruciare nei tre metri e ovviamente non ha contrastato il giocatore avversario col corpo per evitare il calcio di rigore. Quello che è accaduto poi lo abbiamo visto tutti. Nel primo tempo ha fatto cose anche discrete, ma nel secondo è completmente sparito (dal 12'st Valencia 5: ha toccato ben pochi palloni, senza particolare costrutto. Resta un oggetto misterioso).

Lunetta 5,5 Ha corso tanto e ha cercato di evitare uno dei gol di Cianci, anzi, forse il tocco da pochi passi nella porta di Venturi è suo e non del centravanti del Carpi. Esce nella ripresa, ma aveva demeritato meno di altri (dal 12'st Scappini 5: non sta bene e tutti lo sanno, è entrato per fare la differenza ma si è perso tra le maglie biancorosse senza trovare l'intesa con Zamparo).

Radrezza 6 Sfortunato, davvero sfortunato. Il colpo subìto alla testa e la conseguente perdita di coscienza al 29' hanno indotto il dottor Manzotti a chiederne il cambio. Il giocatore voleva rientrare, ma la sostituzione era già stata fatta. L'esito della successiva TAC all'ospedale è stato negativo e il ragazzo ora sta bene. Senza la sua presenza tra le linee, la Regia ha smesso di essere pericolosa nella metà campo avversaria (dal 29’pt Zanini 5: avrebbe potuto segnare a metà secondo tempo, ma ha ciabattato una ghiotta palla sulla destra, a pochi passi dalla linea di porta. Tanta corsa, ma la qualità di Radrezza è un'altra cosa...).

Zamparo 5,5 Trasforma il rigore, realizzando il quinto gol in quattro partite poi, come la Reggiana, non si vede quasi più. Giusto qualche tentativo senza precisione di tanto in tanto, ma non è stato supportato a dovere dal centrocampo e dagli esterni. 

Kargbo 5,5 Ha corso come un pazzo anche in fase difensiva e ha attaccato gli spazi con la sua velocità conquistando anche il calcio di rigore trasformato da Zamparo. Peccato per quel contropiede sfumato sullo 0-0 e per la palla persa che ha spianato la strada a Biasci e Cianci per il 4-1 carpigiano che ha mandato i titoli di coda al match in anticipo...

Mister Alvini 5 Il cambio di Lunetta con Valencia poteva essere evitato anche perché Lunetta, salvo non avesse problemi fisici, poteva magari essere spinto più avanti, mentre Valencia non ha combinato nulla. Giusti invece gli altri visto che bisognava tentare il tutto per tutto. Magari non avremmo tenuto Kargbo ultimo uomo in occasione del quarto gol: è vero che è forse il più veloce, ma è altrettanto vero che nell'uno contro uno difensivo forse non è così esperto. Purtroppo neppure Alvini ha la sfera di cristallo. Capita.


Vota il migliore granata in campo

Commenti

I risultati della 25ª giornata. Il Vicenza pareggia ma allunga in vetta, Südtirol k.o. a Fermo
Il rigore di Zamparo illude la Reggiana, disfatta granata a Carpi