Primo Piano

La Reggiana spreca, il pari con il Padova complica la classifica

Un gol per tempo nella sfida con i biancoscudati già promossi in B

Lorenzo Chierici
29.04.2018 16:30

La Reggiana non riesce a battere il Padova e dopo essere passata in vantaggio, viene rimontata nella ripresa. Ora le possibilità di agguantare il secondo posto diventano meno concrete, a pari punti con Sambenedettese e Sudtirol. Finisce 1-1.

LA FORMAZIONE. La triade granata fa fatica a trovare la quadra della difesa e per ovviare le gravissime e pesanti assenze di oggi, propone Genevier nell'inedito ruolo di difensore centrale di una difesa a tre, con Panizzi sul centro sinistra e Lombardo sul centro destra di un 3-5-2. Sull'out mancino, quindi a centrocampo, torna titolare Bobb, mentre su quello destro si rivede Luca Vignali. A centrocampo Riverola, Bovo e Carlini, mentre davanti Eberini e compagni scelgono a sorpresa Cianci e Cattaneo. Fuori Altinier, ex di turno e Cesarini, l'uomo in più della Regia in questa stagione. 

PRIMO TEMPO. Il Padova già promosso arriva a Reggio Emilia con l'idea di fare una buona figura, ma non necessariamente di portare a casa il risultato pieno. La prima delle due rivali a sfiorare il gol è la Reggiana che all'8 rischia di beffare il portiere biancorosso con una punta velenosa di Cianci, che calcia oltre la traversa. La partita non regala grossi spunti e al 25' ci prova Riverola su punizione, ma il fantasista catalano non inquadra la porta. Al 27' il Padova rimane privo del centravanti, ex prima punta granata, Marco Guidone, costretto a lasciare il campo per un problema muscolare; al suo posto entra Candido. Nei minuti successivi ci provano rispettivamente da una parte e dall'altra Cianci e Capello, senza fortuna, poi al 35' i granata passano: magnifica palla filtrante di Bobb che imbecca Cianci bravo e preciso nel trafiggere Merelli con uno splendido pallonetto: 1-0. Il Padova sembra in sofferenza e la Reggiana, in questo frangente, gestisce la partita, ma nella prima frazione di gioco non accade altro.

SECONDO TEMPO. Ad inizio ripresa mister Bisoli mette dentro Mazzocco al posto di Fabris, ma la musica non cambia; è subito la Regia ad andare vicina al gol dopo solo 4' quando Cianci scarica su Cattaneo che calcia deciso, ma la sfera lambisce solamente l'incrocio dei pali. La Reggiana sembra voler vincere, ma per farlo occorre qualcosa in più davanti e mister Eberini cambia entrambe le punte: fuori Cattaneo e Cianci per Altinier e Cesarini. Pochi istanti dopo è però il Padova ad andare in rete di testa, ma il guardalinee annulla per la posizione irregolare di Mazzocco. Se con due nuove punte la Reggiana avrebbe dovuto spingere di più, è invece il Padova a fare la partita in questo momento, tanto da andare vicinissima al pareggio al 22' quando Facchin sbaglia il rinvio da fondo campo e regala la sfera all'ottimo Sarno che entra in area, ma la sua conclusione in diagonale termina di poco a lato alla sinistra dell'estremo granata. Il Padova è pericoloso e ci prova con alcune sterili azioni offensive, ben gestite dalla difesa granata, poi, al 27' del secondo tempo Candido, imbeccato da Mazzocco, si inventa un gran gol da sinistra, indovinando una palla alta che si insacca a fil di palo (con deviazione di Genevier), scavalcando Facchin sorpreso un po' fuori dai pali: 1-1. La Regia non ci sta e tenta subito una reazione con Cesarini che, dopo aver intercettato un pallone in diagonale sulla trequarti, punta la difesa avversaria e calcia forte di sinistro un rasoterra sul primo palo, che il portiere Merelli però blocca a terra. I granata insistono e tentano con un tiro da lontana di Riverola, centrale, che non impensierisce Merelli, mentre il Padova risponde con un diagonale impreciso di Cisco. I granata si riversano in attacco nell'ultimo disperato tentativo di portare a casa la partita e al 3' di recupero Riverola viene toccato in area da un avversario e cade a terra: per l'arbitro, però, è tutto regolare.


La diretta

Le pagelle

Le interviste:

Vota il migliore granata in campo


Il tabellino

REGGIANA-PADOVA 1-1
Marcatori: pt 35' Cianci, st 26' Candido.
REGGIANA (3-5-2): Facchin; Lombardo, Genevier, Panizzi; Vignali (34' st Rosso), Bovo, Carlini (30' st Manfrin), Riverola, Bobb; Cattaneo (15' st Cesarini), Cianci (15' st Altinier). A disp. Narduzzo, Viola, Ghiringhelli, Palmiero, Crocchianti, Zaccariello, Rocco, Napoli. All. Eberini.
PADOVA (4-3-1-2): Merelli; Salviato, Ravanelli, Cappelletti, Zambataro; Bellemo (34' st Serena), Mandorlini (7' st Cisco), Fabris (1' st Mazzocco); Sarno; Guidone (27' pt Candido), Capello (34' st Lanini). A disp. Bindi, Russo, Trevisan, Zivkov, Pinzi, Belingheri, Piovanello. All. Bisoli.
Arbitro: Camplone di Pescara.
NOTE - Ammoniti: Riverola, Cisco per comportamento non regolamentare. Angoli: 5-4. Recupero tempo: pt 1', st 4'. Spettatori: 2586 paganti, 4321 abbonati.

Commenti

I risultati e la classifica della 37ª giornata
Le pagelle di Reggiana-Padova