Primo Piano

Le pagelle di Brescia-Reggiana. Attacco spuntato, Radrezza unica luce

Difesa che non commette errori individuali ma collettivi. Bene Muratore in mezzo. Nessun pericolo dalla fasce

Gianluca Ferrari
19.12.2020 18:05

Cerofolini 6 Viene tradito dalla sua difesa che prima fa saltare indisturbato Torregrossa, poi si apre a metà sul calcio di punizione di Jagiello. Non può nulla nel finale sulla fucilata di Ragusa.

Ajeti 5,5 Non commette errori di rilievo e sfiora anche il gol di testa ma Torregrossa è il pericolo numero uno sui calci d'angolo e non è possibile farlo saltare così facilmente (dal 37'st Voltan sv).

Rozzio 5,5 Prestazione senza sbavature per il centralone granata che tiene testa a Torregrossa ma sul suo voto pesa l'errore in marcatura sul gol del n.11 bresciano in avvio.

Costa 6 Pulito e preciso soprattutto nel primo tempo. Poi cede anche lui nella ripresa ai continui attacchi dei padroni di casa in contropiede.

Libutti 5,5 Deciso e concreto nei primi 45' dove spinge anche più di Kirwan servendo un buon pallone a Rossi. E' sempre più sicuro nei suoi mezzi ma sul gol di Ragusa è in ritardo in chiusura.

Rossi sv Gioca solamente 20 minuti alzando bandiera bianca per un problema muscolare. Ma la sua assenza si fa sentire (dal 25'st Varone 6 Rincorre più che corre. Dà una mano con la sua forza e la sua fisicità e si rende pericoloso in area con un colpo di testa nel finale, ma oggi la Reggiana aveva bisogno di idee e creatività).

Muratore 6 Prova ad unire quantità a qualità, cercando di sfruttare l'opportunità concessagli dal calcio d'inizio (non capitava da novembre contro il Venezia). Disputa una buona gara in crescendo, sfiorando il gol nella ripresa e provandoci più volte dalla distanza. Rischia il cartellino rosso su un intervento con piede a martello in cui viene fortunatamente solo ammonito (dal 37'st Pezzella sv).

Kirwan 5,5 Copre bene la fascia e prende le misure a Sabelli, giocatore con tutt'altra esperienza. In avanti, però, non si vede praticamente mai se non per un pallone servito a Zamparo e nella ripresa lascia inevitabilmentre spazio alle ripartenze del Brescia (dal 21'st Cambiaghi 6: non riesce a cambiare l'inerzia del match. Qualche spunto interessante sull'esterno a sinsitra ma nulla che impensierisca concretamente la difesa biancazzurra).

Radrezza 7,5 La luce in casa granata. Non solo per il gol - bellissimo per tenacia, intelligenza e rapidità - ma soprattutto perchè è l'unico dal quale possono arrivare i pericoli della Reggiana. In mancanza di Rossi, i compagni affidano a lui tutti i palloni, è sempre al centro dell'azione spaziando in tutte le zone del campo. Giocatore insostituibile per la squadra di Alvini.

Zamparo 5,5 Lavora molto spalle alla porta, cercando di venire incontro ai portatori di palla permettendo alla Reggiana di alzare il baricentro. Non riesce a trovarsi però con Mazzocchi e anche per lui le occasioni per rendersi pericoloso sono davvero poche. Calcia male la buona palla che gli serve Kirwan alla mezzora (dal 21'st Marchi 5,5: nessuno squillo degno di nota, contenuto senza problemi dalla difesa di casa).

Mazzocchi 5 Prestazione non positiva oggi per il capocannoniere granata. Anche lui gioca molto per la squadra alternandosi con Zamparo nella gestione dei palloni in supporto ai compagni ma è ben controllato dai difensori di casa e in area non trova mai spazio. Macchia la sua partita con il movimento errato in barriera che fa passare il pallone del 2-1 e inganna Cerofolini.

Mister Alvini 6 La Reggiana non gioca male. Anzi, a dire il vero fa la partita ma non riesce mai a trovare la chiave per scardinare la difesa di Dionigi che si schiera a specchio e lascia l'iniziativa ai granata, costretti a creare gioco con i tre difensori a causa dell'uscita imprevista di Rossi. Vero, il Brescia ha segnato due dei tre gol su calcio piazzato ma la Reggiana, magia di Radrezza a parte, non è mai sembrata in grado di poter impensierire concretamente il Brescia.


Vota il migliore granata in campo di Brescia-Reggiana

Commenti

Serie B, i risultati della 13ª giornata. Pisa corsaro a Lecce. Cade ancora il Monza
Brescia, mister Dionigi: «Sarà emozionante affrontare la Reggiana»