News

Aperitivo natalizio in casa Reggio Audace

Calciatori, staff tecnico e dirigenti ieri sera hanno brindato assieme ai tanti sponsor presso la sede del Consorzio del Parmigiano Reggiano

Redazione TuttoReggiana
21.12.2018 19:00

Si è tenuto nella serata di ieri presso la sede del Consorzio del Parmigiano Reggiano di Via John Fitzgerald Kennedy, 18, a Reggio Emilia l’aperitivo natalizio che ha riunito la Reggio Audace F.C. e il “Club Granata” formato da tutti gli sponsor sostenitori.

La serata è stata aperta da Lorenzo Pinetti, Presidente della sezione di Reggio Emilia del Consorzio, che ha dato ai presenti il benvenuto nella bellissima sede cittadina illustrando il ruolo della propria attività sul nostro territorio. Il Sottosegretario alla Presdienze della Regione Emilia Romagna Giammaria Manghi, presente nella Sala Congressi del Consorzio, ha tenuto a sottolineare l’impresa compiuta dai Soci della Reggio Audace F.C. nel far proseguire il calcio a Reggio Emilia e quanto questo sia stimato anche al di fuori delle mura cittadine. «Penso si possa parlare di un vero miracolo sportivo nel vedere la Reggio Audace F.C. crescere solida, nonostante gli ostacoli, a pochi mesi dall’inizio del proprio percorso» - ha detto Manghi davanti a una folta platea composta da circa 200 persone - «Questo movimento rende fiera la città di Reggio Emilia ed è visto con grande rispetto e ammirazione anche al di fuori». Emore Manfredi, Delegato provinciale della FIGC, ha preso parola per sottolineare l’importanza di avere a Reggio Emilia un club di riferimento che ha scelto con forza di continuare a fare calcio resistendo, in modo non scontato, alle difficoltà di questa estate. È stata, quindi, la volta di Annalisa Rabitti, Presidente di Farmacie Comunali Riunite e ideatrice del progetto “Reggio Emilia Città Senza Barriere”, che ha sottolineato la sintonia tra il progetto e il club granata. «Le fragilità non sono il tema di pochi, dei soli addetti ai lavori, ma sono una “opportunità” di tutti» – ha detto Annalisa Rabitti – «È bello sognare un mondo che includa davvero. Sono qui a confermare la vicinanza, anche negli ideali, tra Reggio Audace F.C. e Reggio Emilia Città Senza Barriere». Mauro Rondanini, in rappresentanza di Conad, ha sottolineato l’orgoglio e l’onore di essere parte del progetto Reggio Audace F.C. e di trovarsi davanti a una platea che ospitava tutti i Soci e i Partner del club. «Ho trovato soci che esprimono al meglio l’attaccamento che noi tutti abbiamo verso quello che facciamo e vogliamo costruire» – ha dichiarato Rondanini – «Mercoledì, inoltre, ho visto sul campo una bellissima partita di calcio, ben più godibile di tante altre che si vedono in categorie superiori e per questo mi complimento per i risultati sportivi che sta ottenendo».

Ci sono stati poi gli auguri di Mauro Antonioli e Alessandro Spanò, che hanno sottolineato il calore della città di Reggio Emilia e hanno dimostrato grande riconoscenza verso l’operato della società che, in tutte le sue figure, si spende con passione per permettere lo svolgimento dell’attività sportiva nel migliore dei modi.
L’intervento dell’Amministratore delegato della Reggio Audace F.C. Mauro Carretti ha sottolineato l’importanza degli sponsor nell’evoluzione del progetto granata anticipando il loro coinvolgimento, insieme a quello della città, nella celebrazione del Centenario. «Con tante aziende in sala, voglio sottolineare come una squadra di calcio che vuole durare nel tempo debba rispettare gli stessi vincoli di un’azienda che prospera: operare le giuste scelte e non fare sprechi» - ha detto Carretti - «Per quanto riguarda il Centenario: per mezzo dell’arte, della fotografia e dello spirito dei giovani ci proponiamo di educare tramite lo sport facendo crescere in parallelo Reggio Audace F.C. e il nostro territorio». Il Presidente Luca Quintavalli ha chiuso questo momento di condivisione con un lungo messaggio rivolto alla squadra, al Settore giovanile, agli “uomini dietro le quinte”, agli sponsor e ai tifosi. «Riviviamo oggi con la stessa tenacia la voglia e lo spirito di chi, nel 1919, ha fatto nascere il calcio a Reggio Emilia. L’immagine del club, punto di giunzione tra città e società, si specchia nell’operato dei giocatori in campo, nel loro forte impegno e nei loro risultati» - chiude il Presidente Quintavalli - «Al termine di un anno pieno di gioie e dolori, epiloghi e ripartenze, voglio confermare che in futuro mai noi soci faremo mancare due elementi fondamentali per garantire l’onorabilità, non solo economica, dell’impegno preso: onestà e diritto allo sport per tutti».

La serata è proseguita con il buffet offerto dagli sponsor granata Consorzio del Parmigiano Reggiano, Pasticceria Boni, Pasticceria Bedogni, Pasticceria Ligabue, Panificio Reggiano, Cantine Riunite, Forno De Pietri e Forno Ugolotti. Prima del saluto finale è stato consegnato un pensiero offerto dalla Fattoria Scalabrini insieme alla divisa ufficiale della Reggio Audace F.C. consegnata dal club a ogni singolo partner. La squadra e la dirigenza si sono poi trasferiti per una cena privata al ristorante Le Cicogne di Gavasseto, dove tutti i tesserati si sono scambiati gli auguri in un clima di grande serenità.

Commenti

Ponsat, Belfasti e Osuji a riposo
Antonioli: «Serve un'ultimo sforzo per chiudere il 2018 nel migliore dei modi»