Primo Piano

Reggiana, un'altra occasione sprecata: con il Gubbio è solo 1-1

Il gol di Marchi non basta ai granata per superare la formazione eugubina, nonostante la superiorità numerica nella ripresa

Lorenzo Chierici
06.10.2019 17:00

Una buona ma imprecisa Reggiana sfiora più volte la vittoria contro il Gubbio e avanza di un punto in classifica, malgrado sul campo abbia dimostrato di avere decisamente qualcosa in più rispetto alla compagine eugubina. Domenica prossima, sempre al "Città del Tricolore", arriva la Triestina: una vittoria riaccenderebbe sicuramente quell'entusiasmo che si è un po' affievolito dopo gli ultimi due pareggi consecutivi.

Massimiliano Alvini schiera in campo un 3-4-2-1, vista l’assenza di Scappini, quindi con il solo Marchi, al rientro, come unica punta, dietro al quale giostrano due trequartisti Varone e Staiti. A centrocampo Rossi ed Espeche davanti alla difesa, con Libutti a destra e Favali a sinistra. In difesa Rozzio al centro, col rientrante Andrea Costa sul centro sinistra e capitan Spanò sul centro destra.

PRIMO TEMPO. Nella prima frazione di gioco, parte subito forte il Gubbio con una conclusione dell’ex granata Alessandro Sbaffo, capitano degli eugubini, ma il suo tiro termina alto. Al 5’ la Regia ci prova con Varone ma la sua conclusione viene neutralizzata dal portiere avversario. Rispondono gli ospiti con De Silvestro che non sorprende però Narduzzo. I granata riprendono le redini e spingono sulla sinistra, guadagnando un corner che Staiti batte servendo Costa: l’ex terzino del Bologna stacca bene, anticipa tutti, ma non trova la porta. La partita è interessante e il Gubbio ci prova ancora con Tavernelli dal limite, ma Narduzzo è attento e respinge di pugno. I granata rispondono per le rime agli eugubini e con un ottimo filtrante di Staiti per Marchi che, di mancino, conclude bene, ma si vede respingere il tiro da Maini. E’ un buon momento per i granata che spingono sull’acceleratore arrivando al cross da sinistra con Favale per la testa di Varone che non trova la porta. Poco dopo, alla mezzora, corner di Staiti, sponda di Rozzio di testa per Favale che calcia malamente sul fondo. Al 37’ ancora Varone sfiora la rete su sponda di testa di Rozzio, ma la conclusione del centrocampista sul secondo palo, sempre di testa, non termina nello specchio della porta. Al 39’ passa a sorpresa il Gubbio: traversone dal fondo di De Silvestro per la testa di Zanoni che colpisce bene, ma centrale: Narduzzo afferra il pallone apparentemente senza problemi, ma se lo lascia scappare e la palla termina in rete. A questo punto il Gubbio spinge per cercare di chiudere la partita e lo fa da sinistra, con un traversone di Tavernelli che imbecca Bangu, che a sua volta serve Cesaretti, ma il tiro di quest’ultimo termina di poco a lato. Dopo 2’ di recupero e un battibecco acceso a centrocampo per un fallo commesso, l’arbitro manda tutti nello spogliatoio.

SECONDO TEMPO. Nella ripresa, dopo alcuni sterili tentativi dei granata e un gol di Varone giustamente annullato per l’offside del giocatore, la Regia passa all’8’: Libutti recupera palla sulla destra, ma invece di metterla in mezzo, la serve al limite dell’area per Staiti che si decentra leggermente trovando lo spazio giusto dal quale pennellare un pallone sulla testa di Mattia Marchi che, da grande attaccante qual è, infila il pallone sotto l’incrocio dei pali, di testa, alla sinistra del portiere avversario: 1-1. A questo punto mister Alvini torna all’antico, dentro la punta Kargbo in avanti con Marchi, fuori Espeche, col conseguente arretramento di Varone al fianco di Fausto Rossi e Staiti unico trequartista dietro ai due punteros. I granata insistono e dopo due sfuriate senza esito di Kargbo, Libutti, da destra, scodella un pallone per Marchi sul quale l’attaccante si avvita e indirizza di testa sul palo lontano, ma la sfera sorvola la traversa. Al 37’ la Reggiana va ancora vicina al gol: cross del solito Libutti e altra splendida torsione di Mattia Marchi che cerca il palo lontano, sempre di testa, non trovandolo per pochi centimetri. Mister Alvini a questo punto tenta il tutto per tutto mettendo dentro altre forze fresche, ma gli eugubini fanno di tutto per perdere minuti preziosi, chiudendo bene ogni spazio e portando a casa un punto che alla Reggiana sta decisamente stretto.


La diretta

Le pagelle

Le interviste:

I risultati della 8ª giornata


Vota il migliore granata in campo
 

Il tabellino

REGGIANA-GUBBIO 1-1
Marcatori: 39' pt Zanoni, 13' st Marchi.
REGGIANA (3-4-2-1): Narduzzo; Spanò, Rozzio, Costa; Libutti (39' st Radrezza), Espeche (16' st Kargbo), Rossi, Favale (17' st Santovito); Varone, Staiti (25' st Zanini); Marchi. A disposizione: Voltolini, Martinelli, Kirwan, Muro, Haruna. Allenatore: Massimiliano Alvini.
GUBBIO (4-3-3): Ravaglia; Zanoni, Cinaglia, Bacchetti, Maini; Sbaffo, Benedetti, Bangu (23' st Lakti); De Silvestro (23' st Sorrentino), Cesaretti (31' st Konaté), Tavernelli (39' st Meli). A disp.: Zanellati, Filippini, Munoz, Malaccari, Ricci, Battista. Allenatore: Federico Guidi.
Arbitro: Michele Giordano di Novara, coadiuvato da Massimo Salvalaglio di Legnano e da Riccardo Vitali di Brescia.
NOTE- Ammoniti Ravaglia, Cinaglia, Benedetti, Bangu (G); Favale (R); espulso al 31’st Maini (G) per somma di ammonizioni. Calci d’angolo 8-3; minuti di recupero 2 nel primo tempo 4 nel secondo; quota abbonati 5017 per un incasso stagionale di 22362 euro; biglietti venduti 815 per un incasso di giornata di 7249,00 euro; totale 5832 spettatori per 29.5611 euro d’incasso.

Commenti

I risultati della 8ª giornata. Il Padova continua a correre, poker Samb e Südtirol. Il Vicenza balza al secondo posto, Triestina k.o.
Alvini: «Siamo mancati in fase di rifinitura. La maturità passa anche da pareggi come questo...»