Primo Piano

Genevier: «Abbiamo perso una partita, non un campionato»

Il commento del capitano granata dopo il pesante k.o. di Pordenone

Gianluca Ferrari
26.03.2018 12:00

Davanti ai microfoni della sala stampa, al termine della sconfitta subita contro il Pordenone, ieri si è presentato anche capitan Gaël Genevier che ha commentato così la gara dei granata: «Nella gestione del pallone abbiamo fatto bene, poi nel secondo tempo siamo ripartiti commettendo un errore dietro l'altro, abbiamo perso palla e preso gol. Quando siamo rimasti in dieci, poi, è diventato tutto più difficile. Loro potevano chiudere la partita anche prima, noi abbiamo cercato di reagire ma penso che la partita sia finita dopo l'espulsione di Ghiringhelli».

Il cartellino rosso sventolato a Ghiringhelli può essere un segnale d'allarme?
«La partita non era delle più tranquille. L'espulsione di Luca è da legare sicuramente al nervosismo della gara, ma che può capitare in una partita del genere».

La Reggiana ha subìto tre dei quattro nell'area piccola: disattenzione generale o c'è qualche colpevole?
«Quando prendi gol hai commesso sicuramente degli errori. Dobbiamo analizzare bene ogni singola situazione, cercando di capire gli errori e ripartire subito. Dobbiamo utilizzare questa partita e la rabbia per la sconfitta che ne è derivata per guardare avanti».

Il fatto di dover pensare sempre al risultato del Padova può avervi tolto qualche energia?
«No perché, al di là del Padova, noi dobbiamo sempre pensare a fare la nostra parte e a vincere le nostre partite. Non credo che questo aspetto ci abbia toccato. Ora abbiamo otto giorni di tempo per analizzare la sconfitta perché perdere fa sempre male ma dobbiamo prenderla anche nel senso giusto visto che abbiamo perso una partita, non di certo un campionato. Quello che abbiamo fatto finora resta positivo».


Vota il migliore granata in campo di Pordenone-Reggiana

Commenti

Mestre a tutto attacco per continuare a sognare i play off
Franco Dal Cin protagonista questa sera all'Hotel Posta