Primo Piano

Zanini, Martinelli e Favale dalla Lucchese per una rivincita: «A Reggio vogliamo dimostrare il nostro valore»

Tre rinforzi di qualità per difesa e centrocampo

Redazione TuttoReggiana
19.07.2019 17:00

Matteo Zanini con il ds Tosi

Tra i tanti volti nuovi saliti a Carpineti per la preparazione estiva della Reggiana, vi sono diversi elementi che hanno giocato nella Lucchese nella passata stagione. I rossoneri toscani hanno vissuto un anno travagliato, condizionati da un pesante -25 in classifica che li ha fatti scivolare al penultimo posto, vincendo poi lo scontro playout con il Cuneo: la beffa però è arrivata con la mancata iscrizione della squadra e il conseguente svincolo da parte di tutti i giocatori. A Reggio sono arrivati i difensori Martinelli, Santovito e Favale (via Pisa) e in extremis ieri mattina si è aggiunto anche il centrocampista Zanini.

«Con la Lucchese è stata un'annata pesante, brutta dal punto di vista societario, ma noi sul campo abbiamo raggiunto gli obiettivi - commenta Matteo Zanini, classe '94, aggregato ai granata in ritiro - Sono una mezzala di centrocampo, negli anni passati ho trovato spesso la rete con più di 15 gol nelle ultime tre stagioni, quindi vengo schierato spesso anche in posizione più offensiva per fornire assist e arrivare al tiro in porta. Arrivare alla Reggiana per me è importante: è una squadra blasonata, si merita i campionati di categorie superiori e poi è una piazza che vive per il calcio, mi sembra di percepire il calore che c'era negli stadi del girone C quando ho giocato con Cosenza e Catanzaro».

Anche il difensore Riccardo Martinelli (a destra nella foto), 28 anni, si mostra entusiasta della nuova avventura in granata: «Quella appena trascorsa è stata un'annata difficile, siamo qua per una rivincita: sappiamo che qui possiamo trovare una società sana con cui si può lavorare bene, appena ho saputo dell'interessamento della Reggiana non ci ho pensato un attimo. Il mio ruolo è da centrale mancino che può giocare sia con la difesa a tre che a quattro, mi so adattare bene; la sana concorrenza fa sempre bene dentro il gruppo, è uno stimolo in più».

Fra i titolari fissi nella Lucchese vi era Giulio Favale, classe '98, che ora vuole togliersi soddisfazioni con la maglia della Reggiana: «Ho fatto quasi 40 partite l'anno scorso tra campionato e Coppa, voglio dimostrare tutto il mio valore e crescere ancora di più. Sono un esterno di spinta, ripiego in difesa ma cerco anche il primo gol fra i professionisti».

Commenti

Da Carpi a San Benedetto del Tronto: le 19 trasferte della Reggiana
Rozzio e Staiti: «Serie C mai competitiva come quest'anno, ci stimolerà a fare bene»