Primo Piano

Le pagelle di Fiorenzuola-Reggio Audace

La difesa regge, in attacco manca la scintilla

Lorenzo Chierici
14.10.2018 19:15

Narduzzo: non ha subito gol ed è sempre stato attento sulle diverse conclusioni del Fiorenzuola. Bravo anche nelle uscite. Ha salvato il risultato con un paio di miracoli. Dimostra come sempre grande sicurezza. Voto 7.

Spanò: lui c'è sempre, peccato che non tutti abbiano dato le sue stesse garanzie. Capitano anche con Rozzio in campo (gli restituirà la fascia tra due partite), ha sofferto leggermente sugli affondi dei rapidi attaccanti del Fiorenzuola che vengono però sempre arginati con grande intelligenza ed esperienza. Voto 6,5.

Rozzio: la sua presenza si è fatta sentire e non poco e contro una squadra come il Fiorenzuola senza di lui magari la partita sarebbe andata diversamente. Peccato abbia sbagliato tanti disimpegni, che fortunatamente la Reggiana non ha pagato cari. Può dare di più. Voto 6.

Cigagna: schierato a sinistra in una difesa a tre dimostra di essere tranquillo e di aver probabilmente già imparato molto da Spanò e Rozzio. Sbaglia poco e concede ancora meno. Voto 7.

Bran: purtroppo nel finale è costretto ad uscire, ma nella prima frazione di gioco spinge e non poco sulla destra, porgendo anche a Zamparo una palla al bacio che il bomber granata sciupa. Idem nella ripresa, con un gioiello a centro area per Osuji, anch'esso sprecato. Soffre un po' la velocità degli avanti in fase difensiva. Voto 6,5. (dal 26'st Palmiero. E' un 2001 e ha dovuto sostituire Bran, lo ha fatto con coraggio ed è andato anche al tiro, non trovando la porta nel finale. Tanta freddezza anche nel gestire situazioni nono facilissime. Ha grandi margini di miglioramento. Voto 6).

Osuji: ha indubbiamente delle qualità e lo abbiamo visto in svariate occasioni ma oggi non ha inciso come avrebbe dovuto, giocando anche da punta esterna, tant'è che nella ripresa mister Antonioli lo toglie, inserendo Boldrini. Voto 5,5. (dal 21'st Boldrini: entra col piglio giusto e nel giro di pochi minuti va al tiro per ben due volte, sfiorando il gol da tre punti. Insiste, ci prova, corre e combatte. Merita la sufficienza piena. Voto 6).

Zaccariello: ha fatto un po' fatica soprattutto nella costruzione del gioco, mentre è andato un po' meglio in fase di contenimento. A nostro avviso è un mediano con grossi margini di miglioramento e sarà certamente un giocatore importante di questa Reggio Audace, magari la prossima volta. Voto 5,5. (dall'11'st Cavagna: sacrificato per la regola dei giovani, entra cercando di prendere in mano la squadra velocizzando la manovra; il compito non era semplice e il buon numero dieci granata fa quello che può. Voto 6).

Staiti: la sua esperienza è fondamentale in questo centrocampo, corre e combatte come da par suo, ma raramente diventa pericoloso in fase di possesso, così come non trova gli spazi per giocate interessanti a favore degli avanti granata. Voto 5.5.

Masini: è un destro a sinistra dove fa quello che riesce, non arriva molte volte sul fondo, mentre gioca discretamente in fase difensiva, pur soffrendo anch'egli la rapidità di Marra e compagni. Voto 5,5.

Zamparo: è l'unico che lì davanti si da davvero da fare; appoggia ai compagni, si fa trovare pronto al tiro, ma non è mai glaciale, come in altre occasioni. Il bomber comunque c'è. Voto 6.

Broso: nel primo tempo praticamente non lo si vede, non tira mai in porta e non gioca neppure più del dovuto con la squadra. Poteva essere sostituito già al 45', ma Antonioli gli concede altri 11 minuti. Troppi. Voto 5. (dall'11'st Luche: entra deciso e la sua verve fa bene all'attacco granata; gestisce bene alcuni palloni di difficili, ma non riesce ad arrivare al tiro, almeno in modo pericoloso. Ha indubbiamente mezzi importanti per cambiare le partite, non solo a gare in corso. Voto 6).


Vota il migliore granata in campo di Fiorenzuola-Reggio Audace

Commenti

Girone D, i risultati della 5ª giornata
I granata non sfondano, pareggio senza gol a Fiorenzuola