Primo Piano

Romano spiega i motivi delle sue dimissioni: «Ho subìto veti ed imposizioni sin dall'inizio»

«Società gestita in modo sommario, poca discontinuità dal passato e comunicazione non equilibrata»

Redazione TuttoReggiana
03.12.2018 16:15

In una lunga lettera inviata agli organi d'informazione e pubblicata di seguito, l'ingegnere laziale Marco Arturo Romano (socio al 40% della Reggio Audace) spiega nel dettaglio le motivazioni che lo hanno portato a dimettersi dalla carica di vicepresidente così come annunciato a sorpresa ieri pomeriggio nell'immediato post partita del "Braglia".
 

Il sottoscritto Romano Marco Arturo, con la presente comunica le dimissioni dalla carica di Vice Presidente della Reggiana Audace FC. Srl. In merito alle dimissioni faccio presente che: 

 

- tali dimissioni sono state decise non a seguito dei risultati sportivi,  ma a seguito del c.d.a. del 30.11.2018, la decisione e’ stata comunicata alla stampa solo dopo la partita Modena-Reggiana per non turbare la squadra prima di un impegno così importante;

 

- tale dimissioni derivano da una gestione sommaria con la quale viene condotta la società: la città deve sapere che sin dall’inizio ho subito veti ed imposizioni affinché il presidente sia reggiano, l’amministratore sia reggiano, il commercialista sia reggiano, il responsabile settore giovanile reggiano, il responsabile della comunicazione sia reggiano, etc.. ed ultimo il direttore generale reggiano, che è stato nominato in una illegittima delibera di c.d.a., che da noi sarà impugnata nelle opportune sedi. Tutto ciò è inaccettabile per un socio che ad oggi è il socio di maggioranza relativa della Reggiana Audace F.C.;

 

- Altro grosso problema è la mancata discontinuità con il passato, all’interno della presente compagine sociale ci sono personaggi che hanno rivestito un ruolo importante nella società sportiva per la quale è stato richiesto il fallimento, o che addirittura sono ancora soci di società partecipate dalla stessa, notizie che ho appreso solo dopo la costituzione della Reggio Audace FC Srl, altrimenti non avrei investito di certo nel progetto;

 

- altro grosso problema è la Comunicazione ufficiale, ad dire poco “bulgara”. Ad oggi non è stata data alcuna informazione sulle dimissioni del sottoscritto, mentre tutti i canali non ufficiali hanno dato il giusto risalto alla notizia. I canali ufficiali sono serviti solo ad esaltare il protagonismo individuale di alcuni e non a fornire una corretta informazione, e guarda caso un ruolo importante nella comunicazione è stato dato ad una certa società MATRIX MEDIA Srl, riconducibile anch’essa ad uno dei soci della Reggiana Audace F.C.;

 

- Ad oggi nonostante più volte ho sollevato il problema, non abbiamo un punto dove i tifosi possono acquistare materiale della nuova società sportiva, perché siamo in balia di gravi conflitti di interesse con un store che vende materiale della vecchia Reggiana e guarda caso la società che gestisce questo punto vendita sembra essere riconducibile ad uno degli attuali soci della Reggiana Audace F.C. oltre alla società di Piazza. 

 

Voglio sottolineare il fatto che le mie dimissioni avvengono in un momento nel quale la situazione economica è positiva, anche grazie al mio contributo che è stato ad oggi il più importante.

 

Voglio ringraziare la città di Reggio, i tifosi e tutti gli appassionati che meritano molto di più e dico loro che farò di tutto per il bene della Reggiana

 

Tutto ciò considerato, rimetto le mie dimissioni da Vice Presidente, il che consentirà evidentemente ad un altro socio reggiano di assumere anche tale ennesimo incarico.

Commenti

Gli highlights di Modena-Reggio Audace 1-0
Reggio Audace-Axys Zola, spunta l'ipotesi "Levantini" di Lentigione