Primo Piano

Cesarini: «Gol emozionante, da qui si può partire per arrivare in alto»

Tommaso Casotti
15.05.2018 23:00

Una rete decisiva e dal sapore speciale per Alessandro Cesarini, neopapà giustamente festeggiato da tutta la squadra dopo l'1-0 al Bassano: «La dedica era evidente - ammette divertito in sala stampa - ci tenevo tanto a segnare un gol così importante ed è una grande emozione».

La vittoria è arrivata in avvio di secondo tempo, ma come giudichi la prima parte di gara?
«Magari c'è stata un po' di tensione essendo all'esordio nei playoff davanti al nostro pubblico, ci tenevamo a fare bene. Il Bassano è partito forte, ci ha un po' schiacciato, poi però nell'intervallo ci siamo parlati e siamo rientrati in campo con grande piglio, legittimando la vittoria con altre grandi occasioni».

Dopo il bel gol hai sprecato una ghiotta palla per raddoppiare...
«Nell'azione del gol ho controllato bene la grande palla ricevuta da Carlini e ho pensato solo a tirare basso e forte. Poco dopo ho mandato il pallone in curva, succede e mi dispiace; dovevo stoppare, ma avevo il corpo troppo all'indietro e pensavo di non avere spazio per tirare perchè stavano arrivando i difensori».

La Reggiana ha ritrovato l'entusiasmo dei mesi scorsi?
«È la Reggiana che abbiamo imparato a conoscere da quando sono arrivati i mister. Abbiamo avuto un calo sia fisico che mentale dopo il k.o. con il Mestre, ma dopo aver ricaricato le pile siamo pronti per affrontare al meglio i playoff: da qua si può paritre per arrivare in alto, vedo similitudini con il percorso dell'anno scorso...».

In gruppo c'è la consapevolezza giusta?
«Lo spirito del gruppo non è mai venuto meno, adesso si apre un'altra pagina con i playoff. Penso che il gruppo faccia sempre la differenza, lo spogliatoio è sempre unito e l'abbiamo dimostrato anche oggi nelle piccole cose: vogliamo arrivare lontano e siamo partiti bene».


Vota il migliore granata in campo di Reggiana-Bassano

Commenti

Prosegue la corsa playoff della Reggiana, un gol di Cesarini elimina il Bassano
Le pagelle di Reggiana-Bassano: Carlini trascinatore, Rozzio è una sicurezza