Primo Piano

Reggiana, missione compiuta: piega il Fanfulla 3-1 e vola in finale con il Modena

I granata agguantano gli ospiti con un rigore di Zamparo, poi chiudono i conti con lo stesso arciere e Ponsat nei tempi supplementari

Lorenzo Chierici
19.05.2019 18:35

La Reggio Audace conquista l'accesso alla finale playoff contro il Modena, al termine di una partita davvero difficile e combattuta su ogni pallone (ai limiti del regolamento) contro un Fanfulla che ha dimostrato di essere una formazione solida in tutti i reparti e pericolosa a livello offensivo, soprattutto con Fall Brognoli. I granata, invece, hanno creato poco a livello offensivo nei 90 minuti, giocando soprattutto a centrocampo, tant’è che al rigore di Brognoli ha risposto Zamparo anch’egli soltanto dagli undici metri. Nel primo tempo supplementare, però, dopo 8’ di gioco, il bomber granata risolve la gara con un tocco da distanza ravvicinata, dopo il delizioso pallone in area servito da Staiti, mentre ad inizio del secondo tempo supplementare la Reggio Audace chiude la partita con un gol di Ponsat di testa su cross di un Dammacco che, da quanto è entrato in campo, ha cambiato le sorti del match.

PRIMO TEMPO. Non ci sono grosse emozioni nella prima frazione di gioco, tant’è che dopo alcuni sterili tentativi da ambo le parti, che si sono spenti contro le rispettive difese, Reggiana e Fanfulla cercano di affrontarsi a viso aperto, e il primo sterile tentativo arriva proprio dalle maglie granata, precisamente da Zamparo, che, da metà campo, vedendo il portiere Colnaghi fuori dai pali, cerca l’eurogol, ma la conclusione dell’attaccante non impensierisce l’estremo difensore bianconero. La Reggiana cerca di spingere, soprattutto a sinistra, ma non trova gli sbocchi giusti per impensierire il portiere ospite. Al 18’ Luoni manda al tappeto Ponsat in modo un po’ violento, ma l’arbitro non prende alcun provvedimento, malgrado le proteste della panchina granata. I granata non riescono a trovare il bandolo della matassa e infatti in questa frazione di gioco, l’unico guizzo interessante è del giovane fantasista Sanat che cerca una conclusione da posizione interessante: Cozzari serve Masini che, da destra, mette in mezzo un interessante rasoterra che il talentino granata indirizza sul primo palo, ma la deviazione di un difensore gli nega la gioia del gol. La Reggiana non punge ed è di nuovo Sanat a farsi vivo dalle parti di Colnaghi con un bel controllo, che precede però un tiro debole che il portiere sventa. Il Fanfulla fino a questo momento non crea problemi, ad eccezione di un tiro di Galazzi deviato in corner da Spanò. La Reggiana insiste e Ponsat cerca il tiro-cross da sinistra che termina tra le braccia di Colnaghi. Il Fanfulla vuole vincere e ci prova con uno schema che libera Brognoli al tiro, ma Bran ribatte. Gli ospiti insistono e Davide Rossi manda di poco a lato alla sinistra del portiere granata Matteo Rossi. Nel finale di primo tempo Fall si invola verso il portiere Rossi, ma sull’inizio dell’azione Masini lo atterra impedendogli di finalizzare un pericoloso contropiede.

SECONDO TEMPO. Se nel primo tempo non ci sono state grosse emozioni da ambo le parti, nella ripresa ci si aspetta una Reggio Audace pronta a divorarsi l’avversario e invece così non è stato. I granata iniziano la ripresa senza sussulti e il primo tiro arriva dopo 4’ ad opera di Cozzari, ma un giocatore avversario gli ribatte il tiro. La pioggia battente non facilita certamente il gioco dei palleggiatori granata, mentre il Fanfulla sembra più solido, almeno in fase difensiva. Sono infatti i bianconeri a tentare la via della rete all’11 quando Davide Rossi colpisce bene il pallone di testa da distanza ravvicinata, ma Matteo Rossi si supera e salva il risultato, deviando la sfera in corner. La Reggiana a questo punto cerca di spingere Zamparo, fermato dall’arbitro per la posizione di off side dell’attaccante. Dopo un quarto d’ora entra anche Paolo Rozzio, che aveva già assaporato il campo contro l’Adrense, mettendo altri minuti importanti nell’amichevole contro la FalkGalileo. Peccato che al 18’ Palmiero (entrato in campo al 1'st al posto di Masini, nuovamente infortunato) si vede superato sulla destra da Fall, tant’è che il giovane centrale granata lo strattona fuori area, cercando di buttarlo a terra, ma il centravanti resiste ed entra con forza in area, dove Palmiero, ormai sbilanciato, lo atterra senza pensarci due volte, causando un calcio di rigore sulla carta ineccepibile, anche se, in tutta franchezza, il fallo di Palmiero è iniziato fuori dall’area e quindi sarebbe stato corretto assegnare un calcio di punizione dalla destra. Brognoli beffa Rossi con un delizioso “cucchiaio” che si infila alla sinistra del giovane estremo granata: 0-1. La Reggiana cerca di reagire, ma il Fanfulla è solidissimo e non concede nulla ai granata, ma al al 38’ il neo entrato Dammacco viene toccato in area da Luoni e per il direttore di gara è rigore: sul dischetto si porta Zamparo che, con freddezza, mette il pallone alla sinistra del portiere con un preciso rasoterra. La Reggiana insiste e ci prova ancora con Dammacco, ma il tiro termina a lato, poi al 45’ Pastore ha la palla del 2-1 su perfetto cross di Cigagna, ma il suo tiro a giro non trova la porta. Nel finale, al 2’ di recupero, Zamparo punta Luoni che lo stende e guadagna il secondo cartellino giallo e la strada verso gli spogliatoi.

TEMPI SUPPLEMENTARI. La Reggio Audace inizia i tempi supplementari nel migliore dei modi, tant’è che dopo solo 8’ Zamparo realizza un gol strepitoso: pennellata filtrante di Staiti per Zamparo che controlla alla grande di sinistro, poi, di destro, infila il pallone rasoterra sul palo lontano. A quel punto mister Ciceri va su tutte le furie, forse protestando per una posizione di off side di Zamparo che a nostro avviso non c’era assolutamente, tant’è che viene espulso. Al 2’ del secondo tempo supplementare Dammacco crossa per Ponsat che di testa chiude la partita, incrociando la sfera sul secondo palo. Nel finale ci prova il Fanfulla con una punizione di Palmieri da lontano, deviata dalla barriera e neutralizzata da Rossi, un’occasione alla quale risponde Dammacco con un destro sul secondo palo che Colnaghi sventa senza problemi. Brutto l’atteggiamento antisportivo nel finale di Brognoli che non restituisce il pallone buttato in fallo laterale da Rozzio. A questo punto, la Reggiana gestisce ottimamente il risultato sia in questi minuti finali del primo tempo supplementare, sia nei secondi quindici minuti e con questo successo vola in finale play off contro il Modena.


La diretta

La sintesi

Le pagelle

Le interviste:

I risultati delle altre gare


Vota il migliore granata in campo


ll tabellino

REGGIO AUDACE-FANFULLA 3-1 d.t.s.
Marcatori: al 18’st Brognoli (rig. F), al 38’st Zamparo (rig. R), all’8’sts Zamparo (R), al 2’sts Ponsat (R).
REGGIANA (4-3-1-2): Rossi; Masini (dal 1’st Palmiero), Spanò (dal 10'pts Alvitrez), Cigagna, Bran (dal 15’st Rozzio); Cozzari (dall’8'st Staiti), Cavagna, Pastore; Sanat (dal 24’st Dammacco); Ponsat, Zamparo. A disp.: Venturelli, Cozzolino, Piccinini, Bardeggia. All.: Mauro Antonioli.
FANFULLA (4-3-3): Colnaghi; Premoli, Luoni, Zanoni, De Stefano (dal 1’st Radaelli); Laribi (dal 1’sts Palmieri), Rossi, Brognoli; Galazzi (dal 29’st Arodi), Barzotti (dal 25’pt Santonocito e dal 1’pts Patrini), Fall . A disp.: Boari, Reali, Cappato, Pezzi. All.: Andrea Ciceri.
Arbitro: Eugenio Scarpa di Collegno, coadiuvato da Petrica Filip di Torino e Roberto Allocco di Bra.
NOTE - Spettatori 2.674 per 13.806 euro di incasso; ammoniti Palmiero, Cavagna, Cigagna, Masini (R); Arodi, Santonocito, Brognoli, De Stefano, Rossi, Fall, Laribi (F); espulso Luoni (F) al 47’st per somma di ammonizioni; espulso mister Ciceri (F) al 9’pts per proteste; espulso anche Michele Malpeli (team manager della Reggiana) allo stesso minuto, sempre per proteste; espulso al 7’st dalla panchina Galazzi per proteste; minuti di recupero 2+4+2+1; calci d’angolo 5-5.

Commenti

Le pagelle di Reggio Audace-Fanfulla: finiscono gli aggettivi per Zamparo, ecco il vero Dammacco
Antonioli: «Bravi a non mollare mai. I giovani hanno giocato come una squadra vera»