L'avversario

L'avversario - Vicenza, la corazzata biancorossa punta al primo posto

Il "Lane" cerca il riscatto dopo l'ultimo k.o. a Piacenza

Tommaso Casotti
18.10.2019 19:00

©L.R. Vicenza Virtus

Domenica pomeriggio allo stadio "Menti" la Reggiana affronta il Vicenza in una sfida di alta classifica. I biancorossi sono attualmente terzi a pari punti con la Sambenedettese, ad una lunghezza di distanza dalla Reggiana e hanno l'imperativo di cancellare al più presto il passo falso di domenica scorsa a Piacenza, sconfitti in rimonta per 2-1. L'obiettivo per la stagione è chiaramente la promozione in Serie B, con una squadra rafforzata in tutti i reparti. Lo scorso anno è stato il primo dopo la fusione con il Bassano e l'inizio dell'era Renzo Rosso, ma la continuità di risultati è sempre mancata e il campionato si è concluso con l'ottavo posto nel girone e l'amara eliminazione al primo turno playoff per mano del Ravenna.

Quest'anno la squadra è stata affidata a Domenico Di Carlo, da giocatore storica bandiera per tutti gli anni '90 quando trascinò il Vicenza dalla Serie C alla A (e fino in semifinale di Coppa delle Coppe) e ora ha il compito di ripetere l'opera da allenatore. La rosa a disposizione è probabilmente quella più completa di tutto il girone, impreziosita dai colpi di mercato del ds Giuseppe Magalini, uomo mercato della Reggiana due anni fa. Dalla Serie B ha portato in biancorosso elementi chiave per la difesa come il terzino destro Bruscagin e la coppia di centrali Cappelletti e Padella, che hanno relegato per il momento in panchina gli ex Bassano Bizzotto e Pasini. A centrocampo in extremis sono arrivati il belga Jari Vandeputte dalla Viterbese e Luca Rigoni, vicentino che ha deciso di chiudere la carriera a casa dopo 13 campionati in Serie A con Chievo, Palermo, Genoa e Parma. Sulla linea mediana trovano spazio anche l'ex Udinese e Spal, Pontisso, il più esperto Cinelli e il bassanese classe '97 Zonta. In attacco il fedelissimo Giacomelli (oltre 250 partite in biancorosso) si pone alle spalle delle due punte: il migliore marcatore è Alessandro Marotta (4 reti), già protagonista con le maglie di Bari, Benevento, Siena e Catania, e al suo fianco può giocare Saraniti, l'ex FeralpiSalò Simone Guerra o l'eterno Rachid Arma (10 reti nella Reggiana 2015/16), in gol con una tripletta nel test amichevole di giovedì con il Sandrigo terminato 11-0.

PRECEDENTI. Una sola vittoria per la Reggiana sul campo di Vicenza: risale al 23 febbraio 2018, quando un gol di Cesarini permise alla Reggiana di Eberini di festeggiare in trasferta. Negli altri 13 passati incontri allo stadio "Menti" invece prevalgono i successi biancorossi (11), con soli due pareggi.

Commenti

News dai campi - Prosegue l'emergenza, anche Kargbo è in dubbio
Open Day Reggiana femminile: si replica domenica 27 ottobre