Primo Piano

Il club granata alza la voce: «Reggiana prima ed unica pretendente alla Serie B se la stagione non dovesse concludersi»

La società granata farà valere le sue ragioni a livello nazionale ed internazionale supportata dall'avvocato Chiacchio, esperto di diritto sportivo

Redazione TuttoReggiana
06.05.2020 10:30

Pubblichiamo di seguito il comunicato diffuso in mattina da via Brigata Reggio con il quale la società granata prende una posizione netta sulla spinosa questione innescata dalle tante ipotesi circolate negli ultimi giorni relative alle promozioni in Serie B, nel caso in cui il campionato non dovesse riprendere. Una risposta anche alle prese di posizione di altri club come Bari e Carpi, interessati alla pari della Reggiana al salto di categoria.

La società Reggio Audace s.r.l. alla luce di erronee considerazioni indebitamente diffuse e di comunicati pubblicati da altri club in merito alle promozioni in Serie B nella corrente stagione sportiva, intende chiarire e precisare di considerarsi la prima ed unica pretendente al salto in cadetteria nel caso in cui i competenti organi federali debbano adottare i consequenziali  provvedimenti alla cristallizzazione delle classifiche dei vari tornei.


Si premette comunque che la nostra società si augura di poter proseguire il campionato, di tentare di raggiungere il primato o di partecipare ai play off, essendo in procinto di dotarsi di tutti gli elementi necessari per il completo rispetto del protocollo sanitario non appena emanato dal Governo e dalla F.I.G.C. 


Nel caso in cui, invece, il campionato di Serie C dovesse essere definitivamente sospeso, con la promozione in Serie B della migliore seconda classificata nei tre gironi, non possono sussistere dubbi sul fatto che la Reggio Audace s.r.l. vanti il titolo per godere del suddetto privilegio.


Il maggior numero di punti conquistati sul campo per il sol vantaggio di aver disputato più gare (girone C) non costituisce neppure lontanamente elemento di valutazione ai fini dell'ipotetica classifica per l'individuazione della migliore seconda, essendo rimessa ogni determinazione al quoziente punti, criterio indiscusso per designare la quarta promossa.


Ebbene il quoziente punti vede in chiaro vantaggio il nostro club sulle altre concorrenti, atteso che certamente la 27° giornata del girone B non può assolutamente essere considerata ai fini del conteggio.


Sarebbe incomprensibile ed inammissibile infatti inserire nel quoziente una giornata di campionato in cui ben 6 squadre non hanno giocato, determinando quindi, di fatto,un'anomalia non sanabile in alcun modo.


E perfino il coefficiente di comparazione (rapporto tra gare giocate, gare totali previste dal campionato e punti conquistati), criterio già adottato dalla Lega Pro nelle scorse stagioni sportive per definire la griglia dei play off per gironi diversi con differente numero di gare disputate, vede in netto vantaggio il nostro sodalizio.     


La Reggio Audace srl quindi rivendica a pieno titolo il diritto alla promozione in Serie B nel malaugurato caso in cui il campionato debba concludersi in anticipo rispetto alla naturale scadenza.             


Ogni differente decisione sarà contestata in tutte le sedi giudiziarie nazionali ed internazionali ed in tale ottica è stato conferito mandato professionale all'avv. Eduardo Chiacchio per la tutela dei diritti e degli interessi del club reggiano.

Commenti

Rozzio: «Giochiamoci la promozione sul campo. Ripescaggio in B? Siamo la migliore seconda...»
La Serie C ha deciso: stop al campionato e quarta promozione per meriti sportivi. La palla ora passa al Consiglio Federale