Primo Piano

Tosi: «Al momento è difficile poter pensare di riprendere in piena sicurezza»

«Promozione automatica per la Regia? Sarebbe meritata però mi sembra fantascienza. Le decisioni arriveranno dall'alto e noi ci adegueremo»

Redazione TuttoReggiana
05.04.2020 19:00

Il direttore sportivo Doriano Tosi non si sbilancia su quello che potrà essere il proseguimento o meno della stagione granata, ma dalle sue parole traspare una linea di pensiero condivisa con il presidente Quintavalli e con buona parte delle società impegnate venerdì scorso nell'assemblea di lega.

«Se ne faciamo una questione di sicurezza per tutti i soggetti coinvolti, nessuno ci può dire quando potremo realmente riprendere senza alcun pericolo», ha sottolineato il ds della Reggiana al Resto del Carlino. «Riprendere a fine maggio? Non dipende da noi ma dalle squadre di Serie A e le società delle categorie inferiori si adegueranno a cascata - ha precisato Tosi alla Gazzetta di Reggio - Il rischio più alto è quello di ripartire e poi doversi nuovamente fermare. Il via libera deve essere dato dalle autorità sanitarie, ma non credo che la sicurezza assoluta possa darla nessuno anzi ritengo che la situazione sia più complicata di quello che pensiamo».

«Se si deciderà di giocare magari lo faremo a porte chiuse ma dubito che si possa garantire la certezza assoluta di svolgere tutto in sicurezza - ha rimarcato Tosi - Inoltre se dovessimo giocare oltre il 30 giugno ci sarebbe un problema legato ai contratti dei giocatori. Promozione automatica delle prime due classificate se invece non dovessimo tornare in campo? Credo che per noi sarebbe un traguardo meritato ma mi sembra fantascienza, soprattutto perché la Serie B vuole ridurre il numero delle partecipanti. Ad ogni modo le decisioni arriveranno dall'alto e noi ci adegueremo».

Commenti

Assemblea di Lega, il presidente Quintavalli: «Prima la salute. Senza i giusti presupposti non torneremo in campo»
Un messaggio di solidarietà dal Sudafrica: «Vinciamo insieme questa battaglia»