Primo Piano

Le pagelle di Ravenna-Reggiana

I voti ai protagonisti del match vinto dai granata al "Borelli"

Gian Marco Regnani
08.04.2018 22:30

Il terzo exploit lontano dal "Città del Tricolore" porta la firma dei "veterani" Bastrini e Altinier, ma è tutta la squadra che merita i tre punti, conquistati sul campo di una compagine giallorossa in uno splendido stato di forma. La novità tattica della difesa a 5 regge bene nel primo tempo, peccato che si commettano sempre gli stessi errori. Importante la reazione dopo il gol subìto, sintomo di una squadra matura e in salute che ha ritrovato nei giocatori più discussi in passato i punti di forza dai quali ripartire.


Facchin 7 Quasi mai chiamato in causa nel primo tempo (solo un tiro di Papa), nella ripresa mette in mostra il meglio di sé con diverse uscite alte autoritarie e con il balzo che nega la goia del gol a De Sena proprio allo scadere.

Ghiringhelli 6.5 Con tre difensori in linea, lui ha libertà di portarsi più spesso in avanti come fa al 62' quando disegna una traiettoria perfetta per la testa di Altinier. Fa il suo dovere dietro (dal 42' st Lombardo s.v.).

Crocchianti 6.5 Si adatta alla ruvidità della partita rimediando un cartellino giallo ad inizio ripresa, per il resto gioca con la solita calma da "veterano" e limita al minimo gli errori.

Bastrini 7 È lui oggi il perno della difesa, ma diventa decisivo in attacco quando colpisce di testa e insacca il primo gol in maglia granata alla mezzora. Dietro ingaggia un duello senza esclusione di colpi con De Sena e alla fine ne esce vincitore.

Panizzi 7 Adattato da terzo centrale argina bene le azioni offensive del Ravenna e a lui va il merito di procurarsi la punizione che porta al gol di Bastrini. Nella ripresa torna al suo ruolo naturale di esterno e alla prima occasione calibra il traversone perfetto per la girata di testa vincente da parte di Altinier.

Manfrin 5 In campo a sorpresa nel nuovo modulo ideato dalla triade in panchina dopo mesi passati a vedere giocare i compagni, non sfrutta al meglio l'occasione. È infatti l'ex Alessandria a dimenticarsi di seguire Broso sul traversone che porta il n. 17 giallorosso a centrare il pareggio e al 64', quando era stato adattato da attaccante, si addormenta su un pallone vagante in area che poteva valere il 3-1 (dal 19' st Genevier 6.5 Con un vantaggio da gestire sa bene cosa fare: rallenta il ritmo e distribuisce saggiamente i palloni, dando una mano alla difesa quando serve).

Cattaneo 6.5 Nel primo tempo è sempre vivo sulla fascia, prima a destra poi a sinistra. Nella ripresa avvicina il suo raggio d'azione ad Altinier quando oramai i romagnoli avevano già preso le misure per arginarlo. Rimane in campo fin verso il 90', e questa è una buona notizia (dal 42' st Vignali s.v.).

Bovo 6.5 Senza Genevier e Spanò, tocca a lui indossare la fascia da capitano. In mezzo al campo si dà da fare e nel primo tempo entra un paio di volte palla al piede in area senza però trovare il guizzo giusto o il passaggio decisivo.

Carlini 7 Spreca il 2-0 in contropiede al 42', ma questa è l'unica nota negativa della sua giornata. Senza Genevier diventa il faro del centrocampo, corre da tutte le parti e sradica un numero indefinito di palloni.

Riverola 6.5 Pennella la punizione vincente per la testa di Bastrini, poi cerca con insistenza i compagni da lanciare in porta. Si spegne sul lungo andare come capita spesso (dal 25' st Bobb 6 Dopo i diversi impegni con la nazionale torna finalmente a vestire la casacca granata, entrando a partita in corsa con la giusta cattiveria e voglia di anticipare l'avversario, anche se a volte esagera).

Altinier 7 Si fa vedere poco, ma quando il momento è topico riesce sempre a tirare fuori la zampata vincente, anzi oggi possiamo parlare di zuccata. Al 55' ruba il tempo a Venturini tagliando corto sul primo palo, sette minuti più tardi beffa Magrini sempre di testa ma Venturi con un grande colpo di reni gli nega la doppietta. Esce tra gli applausi (dal 25' st Cianci 5.5 Lotta e sgomita a tutto campo per far salire la squadra e guadagnare secondi preziosi ma nel finale diventa troppo nervoso e "conquista" un cartellino giallo che lo costringerà ad osservare dalla tribuna il prossimo, importantissimo, match di mercoledì contro il Mestre).

All. Eberini 6.5 La triade in panchina adotta un nuovo modulo per esigenza, con Cesarini e Rozzio non al meglio, ma anche per cercare di sorprendere un avversario decisamente ostico e limitare la fase di appannamento a partita in corso palesata a ripetizione nelle ultime settimane. La scelta paga, certi errori però sono ancora da sistemare...



Vota il migliore granata in campo di Ravenna-Reggiana


RAVENNA: Venturi 6, Venturini 5, Lelj 5.5, Rossi 6, Magrini 5 (Ballardini s.v.), Selleri 6.5 (Ronchi 6), Palermo 6.5, Papa 6, Barzaghi 6 (Broso 7); Marzeglia 5 (Maistrello 5.5), De Sena 5.5. All. Antonioli 6.

Commenti

Mestre a tutto attacco per continuare a sognare i play off
Reggiana, a Ravenna non c'è due senza tre! Bastrini e Altinier regalano il secondo posto ai granata