Primo Piano

Alvini: «Siamo sulla strada giusta, ora aspettiamo quattro giocatori dal mercato»

«Voglio un calcio aggressivo, tecnico e veloce. Venturi? Attendiamo aggiornamenti, forse dovremo prendere un altro portiere. Sanat? Resta con noi»

Redazione TuttoReggiana
25.07.2019 09:30

«Era importante partire con l'approccio giusto, sono contento soprattutto del primo tempo - ha sottolineato ieri sera Massimiliano Alvini dopo l'allenamento congiunto con la Selezione Montagna - Alcune situazioni sono da correggere perché stiamo chiedendo cose completamente nuove ai ragazzi, ma stiamo lavorando solo da 5 giorni quindi non è facile entrare in certi automatismi. Mi piace il clima che si respira intorno alla squadra, c'è entusiasmo e serietà nel lavoro durante la settimana. L'organizzazione societaria ci fa pensare solo a sudare sul campo e i ragazzi hanno approcciato bene il ritiro. Tutte queste situazioni mi fanno essere fiducioso per il futuro. La Regia è da amare e noi dobbiamo dare soddisfazioni alla società e ad un pubblico che stasera (ieri, ndr) era incredibile».

Abbiamo visto la Reggiana giocare solamente palla a terra e con scambi veloci...
«La strada da percorrere è questa, ma dobbiamo lavorare ancora tanto. Sinceramente avevo paura di come i ragazzi potessero reagire a livello emotivo: ieri sera (martedì, ndr) siamo rimasti scioccati dopo l'infortunio occorso a Venturi, abbiamo passato un momento difficile e mi vengono ancora i brividi se ci ripenso. Temevo che ci potesse essere una certa tensione, ma il pubblico ci ha dato una mano».

Quella del primo tempo potrebbe essere la Reggiana titolare?
«In questo momento la Reggiana è composta da 14-15 giocatori, non abbiamo neanche un secondo portiere. Io voglio costruire un gruppo formato da 19-20 ragazzi per giocare un calcio equilibrato, aggressivo, tecnico e veloce. Diciamo che nel primo tempo una buona parte di questa squadra c'era...». 

Sanat è entrato nella ripresa...
«Sanat è un ragazzo di grande qualità che mi piace molto. C'è da lavorare sul suo sviluppo fisico, ma voglio che resti con noi».

Era molto agitato a bordocampo...
«Mi piace vivere la partita assieme ai miei giocatori, voglio parlare e comunicare con loro cercando sempre di essere corretto e non andare sopra le righe».

Venturi come sta?
«Tosi è a Parma al suo fianco, anche i nostri dottori erano con lui. Martedì abbiamo vissuto un momento drammatico che ha scosso la squadra, però dobbiamo aspettare 48 ore per avere un quadro migliore della situazione. Le sue condizioni sono stabili, gli mandiamo un grande abbraccio». 

Dovrete intervenire sul mercato per acquistare un nuovo portiere?
«Venturi era un colpo importante fortemente voluto da tutti, purtroppo la sfortuna si è messa di mezzo. Abbiamo un altro ottimo portiere come Voltolini, ma se l'infortunio di Venturi dovesse tenerlo lontano dal campo per più di due mesi allora dovremo sicuramente recuperare un altro ragazzo sul mercato. Ne faremmo volentieri a meno...».

È contento per l'arrivo di Scappini?
«È un bellissimo regalo, era la nostra prima scelta. Il lavoro che sta facendo Tosi assieme alla società è enorme: quando abbiamo capito che era in uscita dal Cittadella io e Doriano ci siamo confrontati e abbiamo deciso di puntare forte su di lui. Complimenti al direttore».

Questione portiere a parte, mancherebbero solamente un'altra punta e un centrocampista?
«Sappiamo che devono arrivare un attaccante, un centrocampista e due ragazzi di valore sugli esterni che se la possano giocare con Libutti e Favale. Aspettiamo quindi quattro giocatori: ho piena fiducia nel direttore, stiamo lavorando per dare soddisfazioni alla città e alla società».

Ha delle preferenze per il calendario?
«Per me va bene giocare subito contro chiunque, tanto prima o poi le dovremo affrontare tutte. Ho suggerito al presidente Ghirelli di introdurre un sorteggio anche per il girone di ritorno, così si eviterebbero tante situazioni negative. Secondo me c'è la possibilità di farlo, mi auguro che a partire dalla Serie A si possa andare verso questa soluzione».

Commenti

Da Carpi a San Benedetto del Tronto: le 19 trasferte della Reggiana
Scappini si presenta: «Con la Reggiana voglio togliermi delle soddisfazioni»