Primo Piano

Antonioli: «Veniamo da una settimana difficile, ora vediamo di battere il Ciliverghe»

«Non è possibile giocare tre partite consecutive in trasferta, dopo il derby c'era bisogno di tornare subito in campo»

Gian Marco Regnani
11.12.2018 16:00

«Non è possibile giocare tre partite fuori casa consecutivamente (Modena, Ciliberghe e Fanfulla, ndr) - ha sottolineato con veemenza mister Mauro Antonioli questa mattina, presentando la sfida di domani al Ciliverghe - Avevamo bisogno di ritrovare il nostro campo per smaltire subito la delusione del derby invece siamo costretti a girare di continuo: la colpa non è della società ma dell’incredibile situazione in cui ci siamo ritrovati invischiati. Sono molto incazzato: è stato difficile anche programmare gli allenamenti della settimana non sapendo con chi avremmo giocato fino all’ultimo...».

A nove giorni di distanza avete capito come mai è mancata la reazione dopo il gol del Modena?
«Ci sono più meriti del Modena che demeriti nostri nel risultato del derby. Dopo il gol ho contato 14 minuti di gioco fermo: i canarini sono stati bravi a mettere in ghiaccio la partita. Strappare un pareggio sarebbe stato importante, ora guardiamo alla prossima partita anche se avremmo preferito giocare subito e non aspettare dieci giorni...».

C’è rammarico dopo il pareggio dei canarini a Sasso Marconi?
«Aumenta sicuramente il rammarico per non essere riusciti a conquistare il pareggio che avremmo meritato. Il campionato è ancora aperto in più si sono inserite anche Pergolettese e Vigor Carpaneto. Nonostante l’intoppo del “Braglia”, dobbiamo proseguire sul nostro percorso».

Il Ciliverghe è un avversario abbordabile?
«Sulla carta sì, ma fuori casa ogni partita nasconde delle avversità come ha dimostrato il Modena a Sasso Marconi. Andiamo a Mazzano con l’obiettivo di portare a casa i tre punti».

Ha già un’idea sulla formazione da schierare domani?
«Sono indeciso se confermare Bardeggia davanti o partire subito con più ‘over’ in attacco, il dubbio è questo. Credo che alla fine opterò per la seconda opzione: fuori casa dobbiamo dare un segnale importante. Con quattro partite in dieci giorni alla fine giocheranno tutti...».

L'assenza di Rozzio è una perdita importante...
«Nelle ultime partite era tra i più in forma: ora aspettiamo di conoscere i tempi di recupero ma sicuramente non lo vedremo a breve termine».

Broso invece come sta vivendo questo momento difficile a livello personale?
«E' un ragazzo positivo che non si lamenta apertamente nonostante una prima parte di campionato sotto le aspettative. Continuo a stimarlo per l’impegno che dà in campo e speriamo che possa forntire un contributo ulteriore a questa squadra».

Un altro giocatore scomparso dai radar è Crema...
«Forse lo abbiamo forzato all’inizio, poi lo spazio si è ridotto. Ad ogni modo il giocatore si allena bene e lo teniamo sempre in considerazione».

Alvitrez è un acquisto voluto da lei?
«Lo abbiamo scelto insieme alla società: è un giocatore molto duttile che può ricoprire tutti i ruoli del centrocampo. Le impressioni avute a Fiorenzuola e quando lo abbiamo visto giocare contro il Modena erano buone, poi numericamente serviva qualcuno in mezzo».

Vedremo subito in panchina i due nuovi innesti?
«Alvitrez lo porto sicuramente in panchina e magari giocherà qualche minuto a partita in corso. Su Cavalli non siamo ancora sicuri...».

Commenti

Girone D, i risultati della 15ª giornata. Un altro pareggio per il Modena, accorciano le inseguitrici
Le probabili formazioni di Ciliverghe-Reggio Audace