Primo Piano

Rozzio: «Dopo la rimonta speravamo di vincere. Dobbiamo diventare più furbi»

Il difensore granata sul primo gol: «Potevo fare qualcosa in più per fermare Checchi ma non era facile, è partito da fuori area»

Gian Marco Regnani
08.09.2019 21:45

«Fino ad un certo punto speravamo di vincere, avevamo ripreso una partita complicata più difficile ripetto a quella con la FeralpiSalò - l'analisi del difensore granata Paolo Rozzio dopo l'amaro pareggio con l'Imolese - Loro ci chiudevano le vie centrali quindi dovevamo impostare sugli esterni. Il rammarico c'è perché potevamo vincere e portare a casa tre punti incredibili. Non è un dramma, si va avanti, dobbiamo diventare più furbi quando battiamo un angolo a favore: se ricapita un episodio del genere vinceremo 2-1».

«Siamo oltrettutto amareggiati - aggiunge il centrale classe '92 soffermandosi sull'episodio che ha portato alla rete di Latte Lath - Sul secondo gol eravamo in 6 o 7 sotto la linea del pallone poi il tiro è stato deviato quindi c'è stata anche della sfortuna. Dovevamo impedire la ripartenza ed evitare che sul portatore di palla ci andassero due giocatori che erano già ammoniti...». Sulla rete subita nel primo tempo: «Il merito è di Checchi, io dovevo marcarlo ma l'ho visto partire da fuori lui e non sono uscito dall'area. È stato bravo a saltare all'indietro e a impattarla bene, io potevo fare qualcosa in più ma non era facile...».


Vota il migliore granata in campo di Reggiana-Imolese

Commenti

Amadei apre le porte a Carmelo Salerno per un ruolo societario nella Reggiana
Alvini: «Non sono sorpreso dal risultato, è un buon punto sul nostro percorso»