Primo Piano

Bardeggia ancora a segno: «Sarei rimasto in campo fino al 90' per cercare il secondo»

L'attaccante classe 2000 sale a quota 5 centri stagionali assieme a Staiti

Mauro Falduto
17.02.2019 19:00

Il 18enne Giordano Bardeggia oggi non ha deluso le aspettative e contro il Pavia ha trovato la seconda marcatura consecutiva dopo la rete che ha permesso alla Reggiana di tornare da Lentigione con un punto.

Com'è stato partire finalmente dall'inizio?
«Fa sicuramente piacere, ma appena entrato l'unica cosa che mi interessava era aiutare la squadra».

Ancora una volta ti sei fatto trovare al posto giusto nel momento giusto...
«Sì, ammetto che per me è un periodo piuttosto fortunato. Non posso che esserene contento: il lavoro alla fine paga. Quando si lavora bene, i frutti arrivano».

Com'è stato passare in panchina gli ultimi mesi?
«Per qualsiasi giocatore dà fastidio stare panchina o addirittura finire in tribuna, ma in squadra ho compagni un po' più esperti e l'unica cosa che devo fare è imparare da loro».

Il mister che ti ha detto?
«
Mi ha sempre fatto capire quanto per un giovane sia importante essere in rosa e far parte del gruppo».

Come hai reagito oggi alla sostituzione?
«Nonostante fossi stanco, avrei preferito rimanere in campo, magari sarebbe arrivato un altro gol. Sono uno che non si accontenta».

Che partita è stata quella vissuta in campo?
«Temevamo una partita non facile. Avevamo un po' di paura all'inizio, ma dopo il gol di Zamparo è diventata una gara in discesa».

A chi dedichi questi tuoi 5 gol?
«Li dedico a me stesso, alla società, ai miei compagni. E ovviamente alla mia famiglia».


Vota il migliore granata in campo di Reggio Audace-Pavia

Commenti

Narduzzo: «Non è stato facile rimanere a guardare, ma ho sempre fatto il tifo per i miei compagni»
Quintavalli: «Non ho perso la speranza, ma non potevamo fare risultati migliori in così poco tempo»