Primo Piano

Antonioli: «Nessuno ha preso la partita sottogamba, complimenti al nostro Settore Giovanile»

«Il bilancio della stagione è positivo, con un avvio diverso ci saremmo giocati la promozione fino all'ultimo. Ai playoff vorrei trovare il Modena»

Mauro Falduto
28.04.2019 18:30

Mauro Antonioli in sala stampa non nasconde la sua soddisfazione per la rotonda vittoria dei granata sul Fanfulla raggiunta con una formazione giovanissima date le numerose assenze alle quali si è aggiunto all'ultimo il forfait di Narduzzo.

Mister, oggi una bella prestazione con una Reggiana in versione quasi sperimentale...
«Si, sono contento e soddisfatto anche perché so quanto hanno lavorato i ragazzi e conosco le loro qualità. Oggi avevamo otto under in campo, gente del 2000, 2001 e 2002, e giocavamo contro la quarta in classifica: faccio i miei complimenti al Settore Giovanile perché ha prodotto elementi che sanno giocare la palla, nonostante la giovane età. Non abbiamo preso la partita sotto gamba, anzi l'abbiamo giocata come se fosse una gara importante come tutte le altre».

Come valuta la prestazione di Pastore che prima ha rischiato l'espulsione per poi trovare un bel gol?
«Appena è stato ammonito, gli ho detto di stare molto attento. Oltre tutto, l'arbitro l'ha sanzionato non per il fallo ma solo perchè si era messo davanti alla palla. Pastore è un giocatore che a volte perde la lucidità, ma per fortuna oggi si è ripreso e ha trovato il gol. Sono contento per lui».

Narduzzo rischia di non esserci nei playoff?
«Il ragazzo ha fatto la risonanza magnetica ieri: inizialmente pensavamo che per i playoff ce la facesse, invece ora sarà compito dello staff medico e della società decidere il da farsi. Ovviamente se potessi lo metterei in campo, altrimenti farò giocare Rossi che finora ha fatto cose egregie».

Le prestazioni degli under di oggi la hanno messo in difficoltà nelle scelte per queste ultime partite?
«Ora le gerarchie non esistono più. Non contano i nomi, ma saranno fondamentali le condizioni psicofisiche e la voglia di pedalare».

Ormai siamo a fine campionato: che bilancio vuole dare a questa stagione?
«Nel complesso positivo: non dimentichiamoci che siamo la miglior difesa del campionato e abbiamo perso solo una gara nel girone di ritorno e restiamo a 4 punti dal Modena primo in classifica. Eppure spesso siamo stati criticati. Diciamo che la partenza non è stata delle migliori, forse iniziando bene saremmo stati pari a Modena e Pergolettese. Ma nel complesso, direi che è stato fatto un ottimo lavoro, sia da parte della squadra che della società».

Come valuta invece il lavoro dello staff tecnico?
«Ovvio, i principali responsabili siamo sempre noi: abbiamo avuto parecchi infortuni quest'anno, molti di più rispetto ad altre stagioni, tuttavia abbiamo fatto un bel girone di ritorno, con una sola sconfitta con la Pergolettese, poi abbiamo perso qualche punto ingiustamente: penso ancora al furto subìto all'andata con l'Adrense. A quest'ora, chissà, avremmo avuto qualche punto in più...».

Se Modena e Pergolettese arrivassero a uno spareggio chi vorrebbe incontrare nei playoff?
«
Egoisticamente preferirei affrontare il Modena, più che altro per il blasone della partita. Ma per la società sarebbe meglio vedere i canarini vincere questo campionato. In ogni caso, speriamo in uno spareggio perchè questo potrebbe significare per noi avere una settimana in più di lavoro in vista dei playoff. Comunque non faccio pronostici, vincerà la più forte».


Vota il migliore granata in campo di Reggio Audace-Fanfulla

Commenti

Le pagelle di Reggio Audace-Fanfulla
Pastore: «Abbiamo dimostrato di essere ragazzi affamati. Il gol? Lo avevo sognato questa notte»