Primo Piano

Antonioli: «Una vittoria meritata, proseguiamo verso un obiettivo importante»

«Servono cattiveria e personalità per recitare un ruolo da protagonisti in questo campionato»

Tommaso Casotti
30.09.2018 17:30

«È stata una vittoria nettamente meritata - commenta mister Mauro Antonioli al termine del successo con il Classe - I ragazzi sono stati bravi, abbiamo sofferto quando c'era da soffrire e fatto gol quando c'era da concretizzare. Se posso permettermi, la conduzione arbitrale è stata quasi a senso unico, il direttore di gara ha aiutato i nostri avversari in certe situazioni, ma non sono riusciti a tornare in partita. L'importante era portare a casa questi tre punti».

È una vittoria liberatoria?
«Mi sono anche arrabbiato nell'intervallo, i ragazzi sentono la pressione e il fatto che non sono arrivati i risultati nelle prime due partite di campionato. Sappiamo che per noi l'obiettivo è importante, dobbiamo avere personalità e cattiveria se vogliamo recitare un ruolo da protagonisti».

Come spiega la mossa di cambiare modulo all'intervallo?
«Ho tolto Luche e Boldrini perchè mi sembrava che stessimo soffrendo a centrocampo, non riuscivamo a dare un'adeguata copertura alla difesa, mi sembra che con il 4-4-2 siamo andati meglio».

È da ingenui l'espulsione per doppia ammonizione di Rozzio?
«Dispiace perchè sappiamo dell'importanza del giocatore, ma sono situazioni che capitano. Credo che l'arbitro potesse sorvolare: i nostri avversari hanno fatto falli simili senza essere sanzionati».

Abbiamo capito che non si fa troppi problemi a cambiare uomini...
«L'importante è che i giocatori si facciano trovare pronti. Finchè non troverò la quadratura che mi soddisfa voglio giocatori tutti a disposizione e pronti a subentrare».

 


Vota il migliore granata in campo di Classe-Reggio Audace

Commenti

Girone D, i risultati della 3ª giornata: hurrà in rimonta per il Modena, Crema k.o. a Fiorenzuola
Osuji: «Tre punti importantissimi, dovevamo ritrovare l'entusiasmo perso»