Primo Piano

Cavagna: «Negativo il nostro rientro in campo dopo l'intervallo»

«Il pareggio di Rantier ci ha colti di sorpresa, da lì in poi siamo diventati prevedibili»

Mauro Falduto
24.02.2019 19:45

Janis Cavagna davanti alla difesa ha guidato la Reggio Audace sul difficile campo del Carpaneto ma nemmeno il suo calcio di punizione prontamente deviato da Vagge nel finale è bastato per avere la meglio sui piacentini.

«Il nostro approccio iniziale è stato buono e abbiamo creato tanto trovando il vantaggio sul finire del primo tempo, ma nella ripresa il Carpaneto è entrato meglio in campo rispetto a noi - ha sottolineato il regista classe '95 - Penso che abbia inciso anche aver preso gol subito dopo quello nostro: lì forse ne abbiamo risentito psicologicamente ed è una colpa su cui bisogna lavorare. Detto questo, abbiamo avuto 5-6 grosse occasioni, ma se si vuole vincere, bisogna concretizzarle».

Nel secondo tempo l'unica azione clamorosa è stata quel doppio salvataggio sulla linea e a seguire il palo di Zamparo. Poco altro da segnare sul taccuino...
«Si, nella ripresa abbiamo speso meno energie rispetto al primo tempo. Forse dovevamo dimostrare un po' più di lucidità e invece andavamo sul pallone a cercare le punte con troppa frenesia e i centrali del Carpaneto sono stati bravi a respingere ogni nostro lancio».


Vota il migliore granata in campo di Vigor Carpaneto-Reggio Audace

Commenti

Antonioli: «Meritavamo i tre punti, paghiamo il gol concesso sul finire del primo tempo»
Le pagelle di Vigor Carpaneto-Reggio Audace