L'avversario

Fermana, i playoff non sono impossibili

La truppa guidata da mister Destro è in piena corsa per gli spareggi promozione di fine stagione

Redazione TuttoReggiana
09.03.2018 19:30

Dopo lo stop per il maltempo e per onorare la figura del capitano della Fiorentina Davide Astori, tragicamente scomparso domenica scorsa, il campionato di Serie C riparte. Nella 29ª giornata del girone B, la Reggiana di mister Eberini sarà ospite della Fermana guidata da Flavio Destro (padre del più famoso attaccante del Bologna, Mattia) che all'andata ha bloccato i granata sullo 0-0 al "Città del Tricolore".

Il ritorno in Serie C della Fermana dopo 11 anni e due fallimenti societari porta proprio la firma del tecnico di Rivoli, condottiero della risalita dalla Serie D e ora alla guida di una squadra che ad inizio stagione puntava ad una tranquilla salvezza ma che ora ha nel mirino i playoff, nonostante la flessione in classifica l'abbia portata dal secondo posto della 5ª giornata all’attuale 12ª posizione. I marchigiani hanno un rendimento migliore tra le mura di casa (17 punti sui 31 totali) ma hanno ottenuto i risultati più prestigiosi lontano da Fermo. Oltre ai granata, i gialloblù sono stati in grado di bloccare a domicilio il Padova (0-0) ed espugnare il campo della FeralpiSalò (1-2), una squadra quindi assolutamente da non sottovalutare.

«La Reggiana va affrontata a testa alta, con la convinzione di farcela - ha sottolineato in settimana il presidente dei marchigiani Umberto SimoniAffermare che quella granata sia una squadra forte ed altamente competitiva è superfluo ma dobbiamo ricordarci che all’andata, abbiamo ottenuto un prezioso pareggio». La rosa gialloblù è giovane e i pochi over 30 si concentrano in attacco: Marco Sansovini è il veterano del gruppo ed è già a quota 5 reti segnate, anche se meglio di lui ha fatto finora Arturo Lupoli (6 reti), talento mancato in Inghilterra e nella Serie B italiana. La coppia che ultimamente trova maggiore spazio in avanti però è formata dal classe ‘85 Luca Cremona e dal 23enne brasiliano scuola Chievo Victor da Silva (3 gol all'attivo). La fascia da capitano è del difensore Marco Comotto, tra i più longevi a Fermo, ma nella retroguardia trova spazio anche una vecchia conoscenza della Reggiana, Nicolò Sperotto, che in granata mosse i primi passi da professionista nella non entusiasmante stagione 2011/2012 con Mangone prima e Zauli poi in panchina. Contro i granata, sarà assente per squalifica il terzino destro Clemente. A centrocampo Misin e Urbinati sono i punti fermi nel 4-4-2 e 4-3-3 che mister Destro di solito alterna, il secondo con Petrucci dirottato nel tridente offensivo. In mezzo trova spazio anche Roberto Grieco (figlio dell’indimenticato capitano granata Vito) mentre ha avuto meno fortuna il giovane attaccante Udoh King (cresciuto proprio nel vivaio della Reggiana), giunto in prestito dalla Juventus ma ceduto in gennaio al Fano.

PRECEDENTI. Sono solo tre i precedenti tra granata e marchigiani: i primi due risalgono alla stagione 2004/05, l’ultima prima del fallimento dell’era Foglia, con la squadra allenata da Giordano capace di imporsi per 2-0 sia all’andata che al ritorno. Il terzo è relativo al match casalingo dello scorso ottobre, terminato a reti bianche, l’ultimo prima dell’approdo in panchina di mister Eberini al fianco di La Rosa e Tedeschi.

Commenti

Mestre a tutto attacco per continuare a sognare i play off
Genevier: «Marzo sarà un mese decisivo, sentiamo la società al nostro fianco»