L'avversario

Gubbio, i gol di Marchi per conquistare la salvezza

L'ex ariete granata è già a quota 12 reti in campionato

Redazione TuttoReggiana
16.03.2018 18:30

Archiviata la delusione per il pareggio di Fermo e il contemporaneo successo del Padova nel derby contro il Bassano, la Reggiana di mister Eberini vuole proseguire la rimonta alla capolista (o la rincorsa al secondo posto, per i meno ottimisti) ospitando il Gubbio nella 30ª giornata del girone B di Serie C.

Partito con alte ambizioni dopo l'ottimo campionato scorso (6° posto finale, poi eliminato al primo turno play off dalla Sambenedettese), la formazione rossoblù si trova ora quart’ultima in classifica, a +3 dalla zona play out, reduce da due sconfitte casalinghe consecutive contro Pordenone e FeralpiSalò. L'arrivo in panchina di Pagliari al posto di Cornacchini a fine settembre non ha dato la svolta sperata alla stagione di un gruppo costruito per ambire a ben più di una semplice salvezza. Gubbio per i tifosi granata significa soprattutto Ettore Marchi, il giocatore più rappresentativo e insignito da subito della fascia da capitano dopo il suo trasferimento dalla Reggiana: eugubino di nascita, qui mosse i primi passi da calciatore e il suo desiderio di tornare alla base è stato esaudito, anche per allontanare lo spettro della pessima stagione in maglia granata (31 presenze stagionali e un solo gol in TIM Cup). Con i rossoblù Marchi ha già realizzato 12 reti (2 rigori), fra cui l’indimenticabile palombella da 50 metri segnata alla Samb nella 23ª giornata. Il peso dell'attacco rossoblù è tutto sulle sue spalle nel 4-4-1-1 disegnato da mister Pagliari nel quale non trovano molto spazio l’altro ex Pedrelli (alle prese con diversi problemi fisici) e il difensore correggese Fontanesi, sceso in C dopo alcune apparizioni nella massima serie con il Sassuolo.

In difesa, l'esperienza è garantita dai centrali Piccinni e Dierna che fanno da chiocce ai giovani esterni Paolelli e Kalombo (già quattro reti segnate per il terzino classe '95). La linea di centrocampo è formata dell'esperto Cazzola, dai centrali Ricci e Sampietro e dall'esterno Malaccari, che si alterna con la seconda punta Ciccone. L'attacco è ovviamente affidato a Ettore Marchi con il supporto di Casiraghi (2 gol e 6 assist per lui; in rete al "Città del Tricolore" nel 2015). Gli eugubini stanno forse passando uno dei momenti più difficili della loro stagione e vorranno sicuramente rosicchiare almeno un punto ai granata. D'altro canto, però, i numeri non fanno ben sperare: il Gubbio vanta infatti il peggior rendimento esterno del campionato al pari del Fano (solo 9 punti conquistati fuori dall'Umbria) ed ha la seconda peggior difesa del girone (36 reti subìte), davanti solo al Santarcangelo.

PRECEDENTI. Il bilancio è di assoluta parità: 4 vittorie della Reggiana, 4 pareggi e 4 successi eugubini. L'ultima vittoria casalinga risale al 19 marzo 2015 (3-1, tripletta di Ruopolo), nella passata stagione solo un pareggio (1-1, gol di Rozzio). Lo scorso 29 ottobre nella gara d'andata, prima partita con Eberini in panchina, fatale fu per i granata l’autorete di Manfrin che decise l'incontro.

Commenti

Mestre a tutto attacco per continuare a sognare i play off
News dai campi - Fuori in cinque, Altinier e Rosso in dubbio per domenica