Primo Piano

Alvini: «Con la Correggese buon test tra luci e ombre. La società mi ha detto che il mercato è chiuso, però...»

«Bandini? Ci ha chiesto lui di allenarsi per una settimana, non lo vogliamo tenere. Sulle fasce servirebbero dei giovani»

Redazione TuttoReggiana
01.08.2019 00:30

Mister Max Alvini © TuttoReggiana

«È stato un buon test con un avversario che secondo me fara un campionato da protagonista in Serie D - ha spiegato Massimiliano Alvini al termine della sfida di Carpineti contro la Correggese, superata dai granata con un rotondo 5-0 - Ho tratto buone indicazioni, ho visto alcuni passi in avanti e altri indietro. Però il calcio estivo è particolare...».

Quali passi indietro?
«Non eravamo messi bene in campo a volte. La Correggese giocava come noi, quindi dovevamo fare girare meglio la palla e leggere meglio certe situazioni. Solamente con il tempo potremo crescere».

Il pressing alto non è mancato...
«Questo è l'atteggiamento che dobbiamo avere, ma non sempre sarà possibile. Ad inizio ritiro è stata data una certa impostazione al lavoro, ma vedremo anche un atteggiamento diverso da parte della squadra in campionato. Dipenderà molto dagli avversari e dalle situazioni».

Come mai Martinelli non ha giocato?
«Aveva la febbre. Radrezza è uscito per lo stesso motivo: a Castelnovo Monti circola un virus che ha colpito diversi giocatori...».

Come esterno di fascia ha provato anche Zanini...
«Zanini può giocare sotto la punta e lateralmente: per come interpretiamo noi il ruolo, può fare l'esterno. Sono contento del mercato, la società ha fatto un lavoro straordinario costruendo una squadra in grado di disputare un campionato di livello. Potrà mancare qualcosa, ma sono io che devo studiare delle soluzioni».

Sul mercato quindi non vi muoverete più?
«A me la società ha comunicato che il mercato è chiuso. Avremmo bisogno di qualche altra pedina, ma dobbiamo valutare bene come muoverci: se succederà qualcosa, probabilmente sarà sugli esterni. Intanto io lavoro con i giocatori che ho a disposizione».

L'ex granata Bandini entrato nel secondo tempo può essere una soluzione?
«Ha chiesto lui di venire ad allenarsi con noi per una settimana, ma non lo vogliamo tenere. Ci servono dei giovani propensi alla corsa».

Ora penserete solamente al Genoa?
«Abbiamo bisogno di lavorare, Varone e Marchi si devono ancora inserire così come Scappini. Devo recuperare chi è stato male in questi giorni, Rossi invece tornerà in campo già giovedì. Quella con il Genoa al Mirabello sarà una festa per la città e i tifosi, ma dopo due giorni c'è la Coppa Italia (Reggiana in campo l'11 agosto, ndr): per noi è un appuntamento importante nel quale dovremo farci trovare pronti».

Commenti

Correggese-Reggiana 0-5. Pokerissimo granata a Carpineti
Varone: «Impossibile non farsi coinvolgere dall'energia del mister e dei tifosi»