Primo Piano

Bastrini: «Dedico il gol a Spanò. Spogliatoio euforico? No, restiamo con i piedi per terra»

«Dobbiamo cercare di tornare in campo più convinti per non subire ulteriori rimonte»

Gian Marco Regnani
08.04.2018 23:15

Il suo colpo di testa alla mezzora, replicato da Altinier nel secondo tempo, ha dato la scossa alla Reggiana ma Alessandro Bastrini resta concentrato sul difficile cammino che attende ancora i granata da oggi fino al prossimo 6 maggio.

Lo spogliatoio è soddisfatto per i tre punti?
«Sì, però non dobbiamo esaltarci ma solo essere contenti perche una vittoria fuori casa è sempre importante».

Non state pensando al Padova?
«Ha ragione Genevier, dobbiamo pensare ad altro perché il Padova è ancora a + 7, e i tre punti contro il Mestre non sono scontati. Al momento siamo secondi in classifica e dobbiamo fare il massimo per mantenere tale posizione».

Il tuo primo gol in maglia granata ha una dedica speciale?
«Sì, è per Spanò che purtroppo avuto un brutto infortunio e non è potuto essere qui con noi stasera per festeggiare il risultato».

Vi siete chiesti perché andate sempre in difficoltà all'inizio della ripresa?
«Dobbiamo cercare di tornare in campo piu convinti, oggi poi abbiamo fatto fatica ad adattarci al loro nuovo modulo poi siamo ripartiti».

L'errore sul gol subito è evidente...
«Lo rivedremo domani e l'allenatore ci dirà cosa abbiamo sbagliato...».

In attacco bisogna essere più decisivi e chiudere prima le gare...
«Sì però abbiamo vinto contro una squadra che veniva da un grande periodo. Dobbiamo concentrarci sugli errori fatti senza sminuire l'importanza di avere vinto contro un avversario molto ostico».

Ora avete uno stimolo in più per affrontare le ultime cinque partite?
«Sì, dobbiamo continuare a fare il nostro gioco. Mercoledì scenderemo in campo con la serenità che ci contraddistingue ma anche con concentrazione e la voglia di vincere che abbiamo ritrovato negli ultimi mesi».


Vota il migliore granata in campo di Ravenna-Reggiana

Commenti

Mestre a tutto attacco per continuare a sognare i play off
Gli highlights di Ravenna-Reggiana