Primo Piano

Genevier: «Prepariamoci al meglio per i playoff, Mike Piazza ha le idee ben chiare»

Tommaso Casotti
19.04.2017

Fra i migliori in campo nel match di lunedì sera contro il Gubbio (secondo l'opinione dei tifosi nel sondaggio), Gaël Genevier ha analizzato il momento della Reggiana nella conferenza stampa odierna prima di svolgere la seduta di allenamento con i compagni.

Genevier, da capitano nelle scorse settimane avevi chiesto chiarimenti alla società riguardo gli stipendi non versati ai giocatori?
«La società aveva tempo fino a ieri per poter erogare gli stipendi e ha rispettato la scadenza. Sono tanti anni che gioco in Italia ed è capitato veramente poche volte di essere pagato in anticipo, non vedo una situazione particolarmente complicata».

Anche se restano ancora in sospeso i pagamenti per alcuni dipendenti...
«Quella è una situazione che non conosco nei dettagli, so che alcune persone sono indietro di diverse mensilità. Non è una cosa positiva sicuramente, ma sono convinto che a breve il presidente metterà tutto a posto».

Hai parlato personalmente con Mike Piazza?
«Sì ho avuto la fortuna di avere questa possibilità. È la prima stagione, possono esserci difficoltà, ma il presidente va avanti con il suo progetto e ha le idee ben chiare su cosa fare per i prossimi anni. Mi ha tranquillizzato e l'ho detto anche al resto della squadra».

Parlando di calcio giocato, la tua prestazione contro il Gubbio è stata eccellente...
«Ho visto un netto miglioramento di tutta la squadra. Con il Gubbio era una partita difficile, contro un avversario in salute; penso che abbiamo dimostrato di essere vivi sul piano caratteriale, abbiamo cercato di vincere la partita fino al novantesimo».

Mister Menichini vi fa notare che sotto porta la Reggiana manca di cattiveria per arrivare al gol?
«Con il mister parliamo sempre di cosa si può migliorare, è stato importante segnare su palla inattiva perchè in generale le abbiamo sfruttate poco. Anche nell'intervallo di lunedì sera ci siamo confrontati per affrontare meglio il secondo tempo e penso che abbiamo fatto una buona partita».

Da gennaio a oggi, qual è il tuo bilancio di questi mesi alla Reggiana?
«Personalmente sono soddisfatto, ma cerco il gol, mi manca da diverso tempo».

Hai notato una crescita caratteriale all'interno della squadra?
«Dopo la sconfitta con la Sambenedettese eravamo arrivati ad un punto in cui dovevamo chiarire qualcosa fra di noi nello spogliatoio, poi nelle partite successive ci siamo ritrovati e ora dobbiamo continuare su questa strada».

Domenica affronterete la FeralpiSalò che potrebbe essere la prima avversaria nei playoff...
«Sì, ma non ci pensiamo perchè la classifica può ancora cambiare. Ora dobbiamo cercare di dare continuità alle prestazioni per arrivare preparati ai playoff. L'aspetto caratteriale è quello più importante, chi arriva alla post season meglio e più fresco dal punto di vista psicologico può fare grandi cose».

La Reggiana dove può arrivare?
«Noi speriamo di giocare più partite possibili nei playoff. L'importante è dare il massimo, poi si può fare bene o male, ma almeno si è dato tutto. Ai playoff persi una finale playoff per andare in Serie A con il Torino e pure una semifinale con il Pisa. Vincereli con la Reggiana sarebbe un gran bell'obiettivo e una rivincita personale».

 

(foto © ac reggiana 1919)

Commenti

FeralpiSalò-Reggiana, la prevendita
"Reggiana Forever", gli ex granata tornano protagonisti