Primo Piano

Colombo: «Nella Pergolettese gli under fanno la differenza»

«I gialloblù sono molto offensivi, ma non mancano i punti deboli. Contento per la scelta di Spanò, Dammacco ha grandi qualità»

Redazione TuttoReggiana
24.01.2019 12:30

A dare qualche suggerimento alla Reggiana in vista del big match di domenica con la Pergolettese ci pensa l'ex trainer granata Alberto Colombo, vicinissimo alla panchina dei gialloblù nello scorso mese di novembre prima che il club lombardo decidesse di confermare (con successo) la soluzione interna Contini.

«Mi avevano contattato per sostituire Del Prato - confessa Colombo alla Gazzetta di Reggio - Ho seguito la prima partita di Contini con il Fanfulla: al di là del 6-2 finale ricordo una squadra con qualche problema psicologico ma dalle spiccati doti offensive. Sono da tenere d'occhio i giovanissimi Morello, ala classe '99 bravo a saltare l'uomo, oltre ai terzini Fanti e Villa. Davanti stanno facendo bene le seconde punte Franchi e Gullit (17 gol in due, ndr). Difetti? Sicuramente sulle palle inattive la difesa non mi era sembrata perfetta, ma credo che ora la squadra abbia trovato il giusto equilibrio visti i risultati ottenuti».

Una battuta anche sulla Reggio Audace: «Ora che si è calata nella mentalità della categoria ha le carte in regola per potere vincere il campionato. Sono contento che Spanò sia rimasto, ha fatto la scelta giusta dopo l'infortunio anche in un'ottica futura. Dammacco? L'ho visto giocare col Matera, mi ha colpito per qualità e spirito di sacrificio».

Commenti

Pergolettese-Reggio Audace, già 500 biglietti venduti in prevendita
La Reggio Audace fa tappa alla Sinagoga di Reggio in occasione del Giorno della Memoria