Primo Piano

Ponsat: «Per qualcuno questa vittoria conterà poco o nulla, non per noi»

«In questa stagione ho reso solo al 20%, ma non mollo. Felice per Sanat, ragazzo bravo e umile. Il Fanfulla? Ai playoff vedremo un'altra squadra»

Mauro Falduto
28.04.2019 20:15

La gioia di Ponsat dopo la rete del 4-0 © Reggio Audace FC

Più di tre mesi ha dovuto attendere Giuseppe Ponsat per tornare ad esultare davanti ai tifosi granata: dopo la doppietta segnata al San Marino lo scorso 13 gennaio, oggi l'ex Correggese ha festeggiato il 6º centro stagionale (quinto in campionato) superando Boari a pochi passa dalla linea di porta quando il match con il Fanfulla era oramai agli sgoccioli.

«Qualche tifoso avrà visto con scetticismo una formazione con parecchi giovani e soprattutto con gente che non giocava da un po' - ha sottolineato Ponsat a fine gara - Ma dentro di noi c'era solo voglia di fare bene e così è stato. Pur non avendo mai giocato insieme, ci sentivamo tranquilli. In settimana ho sentito qualcuno dire che questa era una partita che contava poco: magari per queste persone sì, per noi invece era importante come tutte. Era soprattutto una partita fondamentale per chi ha sempre avuto poco spazio e voleva togliersi ancora qualche soddisfazione».


Finalmente hai ritrovato la via del gol...
«Quando uno segna, non gli si può dire niente. Potevo servire Bardeggia libero al mio fianco, ma l'attaccante davanti al portiere deve essere un po' egoista e cercare la porta. È andata bene e sono contento, il gol mi è mancato tutto l'anno».

Che idea ti sei fatto sulla tua stagione in maglia granata?
«Ho trovato poco spazio, ma le colpe sono principalmente mie. So di aver reso appena il 20% di quello che avrei potuto dare. Poi non sono stato bene tutto l'anno e anche oggi non ero al massimo della condizione. In ogni caso, sono dispiaciuto perchè potevo dare di più ma sono anche motivato a dare il mio contributo in queste ultime partite».

Se riaffronteremo il Fanfulla ai playoff sarà un'altro tipo di partita?
«Certo, con i playoff bisogna resettare tutto. Speriamo che molti dei miei compagni rientrino dagli infortuni, ma sarà così anche per il Fanfulla che oggi mi è parso non al 100%. I bianconeri hanno ottimi elementi in rosa, per esempio Rossi e Barzotti. Sicuramente affronteranno i playoff con un'altra testa».

E del “piccolo” Sanat cosa ci puoi dire?
«È bravo, sa giocare la palla e copre bene tutti gli spazi, ma soprattutto è un ragazzo umile. Sono contento per lui, merita tutto ciò che di buono ha fatto fino ad ora».



Vota il migliore granata in campo di Reggio Audace-Fanfulla

Commenti

Palmiero: «Sono cresciuto grazie al sostegno dei miei compagni»
Gli highlights di Reggio Audace-Fanfulla 4-0