Primo Piano

Vicenza, tabù da sfatare partendo da tre certezze

Altrettanti i dubbi che attanagliano i granata a 48 ore dalla sfida del "Menti"

Redazione TuttoReggiana
21.02.2018 21:30

Dopo la sofferta vittoria contro il Santarcangelo, l'ottava consecutiva al "Città del Tricolore", la Reggiana si appresta ad affrontare la delicata trasferta sul campo del Vicenza. Alla luce delle ultime prestazioni - soprattutto l'ultima contro il Santarcangelo - andiamo a vedere tre aspetti positivi (e tre negativi) in vista della gara di venerdì sera contro i veneti.

 

CERTEZZE

Cattaneo: dopo il normale appannamento iniziale, "Veleno" è apparso in crescita contro il Santarcangelo, soprattutto dal punto di vista fisico. Le sue sgroppate e le sue accelerazioni palla al piede potrebbero far male al Vicenza.

Facchin: decisivo negli ultimi due incontri, è finalmente tornato sui livelli che tutti noi conoscevamo. Non è un caso che la retroguardia granata sia la meno battuta di tutto il torneo. E' uscito malconcio contro i romagnoli ma è in ripresa e con i biancorossi dovrebbe essere regolarmente al suo posto.

Vignali: la possibile assenza di Genevier potrebbe portare all'esordio dal 1' dell'altro grande acquisto di gennaio. Negli spezzoni finora avuti a disposizione, il centrocampista classe '94 ha mostrato di avere grande fisicità e buona tecnica. Contro il Vicenza, se lo staff tecnico glielo consentirà, avrà nuovamente l'opportunità di far vedere tutto il suo valore già dimostrato a Spezia...

 

DUBBI

Carlini: da qualche giornata ha perso gamba e lucidità. La forma non è delle migliori, Eberini l'ha lasciato fuori dal 1' contro i romagnoli e quando è entrato in campo è sembrato spaesato. Il suo dinamismo e la sua visione di gioco sarebbero utili contro il Vicenza ma deve prima riprendersi fisicamente.

I minuti finali: anche contro il Santarcangelo, i granata sono andati in sofferenza nel finale di gara. Più che l'aspetto fisico (che ci può stare) preoccupa quello mentale: anche su questo dovranno lavorare Eberini&co perchè contro il Vicenza, squadra dotata di ottimi giocatori, bisognerà tenere alta la concentrazione per tutti i 90 minuti di gioco.

I precedenti: al "Menti" la Reggiana non ha mai vinto. Nella loro storia, i granata hanno collezionato solo 2 pareggi e 11 k.o. tra le mura amiche dei veneti. Nel match dell'andata una rete fortunata di Riverola a pochi minuti dal termine regalò i primi tre punti ai mister La Rosa e Tedeschi: lo stesso catalano segnò il gol decisivo a Bassano infrangendo il tabù del "Mercante"... si ripeterà anche a Vicenza?

Commenti

Progetto Quarta Categoria, prosegue l'impegno del club granata
Eberini: «A Vicenza giocheremo con equilibrio senza fare pazzie. Vignali? Mandiamo in campo chi dà maggiori garanzie»