Primo Piano

Le pagelle di Reggiana-Fano

Tommaso Casotti
03.11.2017 23:35

La difesa della Reggiana regge l'urto degli attaccanti marchigiani e trova un'inaspettata spinta sulle fasce, il centrocampo fatica molto e in attacco c'è qualche sprazzo del vero Cesarini e segnali positivi dalla panchina.

Narduzzo 6 Il Fano non è quasi mai pericoloso dalle sue parti, corre qualche brivido solo nel primo tempo su un paio di uscite alte titubanti. Per almeno un mese toccherà a lui difendere i pali, visto l'infortunio di Facchin.

Lombardo 7 Mister Eberini per l'emergenza lo schiera terzino destro (come già aveva fatto a Gubbio), lui risponde con una prestazione tutta grinta, con un paio di sbavature solo in qualche appoggio, ben compensate da ottimi cross e soprattutto dal calcio di punizione vincente, perfettamente calibrato e potente, dopo che il primo era stato parato con un grande riflesso da Miori.

Crocchianti 6 Argina bene gli attaccanti del Fano, preciso nell'anticipo, soffre solo nelle poche azioni offensive avversarie del primo tempo.

Panizzi 6 Come Crocchianti non subisce affatto, è fortunato deviando il pallone sul proprio palo nella migliore occasione del Fano sul tiro di Eklu, poi evita i contropiedi ospiti nella seconda metà di gara.

Ghiringhelli 7 Stringe i denti e scende in campo adattandosi sulla fascia sinistra, dove offre una prestazione maiuscola per tutti i novanta minuti.

Bovo 7 Presente a tutto campo, la linea mediana dipende molto dalle sue accelerazioni e dà una mano in fase d'impostazione quando Genevier è a corto d'ossigeno. Ancora una volta si dimostra fra i migliori.

Genevier 5,5 Non al top della condizione e si vede, il francese sbaglia passaggi facili: deve tornare sulla strada per essere decisivo come nei playoff della scorsa stagione.

Bobb 5,5 Non più mediano, ma spostato sulla sinistra: il gambiano mette in campo il dinamismo necessario per aver ragione degli avversari, spesso infatti bersaglio di numerosi contrasti, ma non riesce a incidere e sbaglia anche un tiro in porta da buona posizione su assist di Carlini nella ripresa.

Carlini 6 Viene schierato come esterno destro di centrocampo e si adatta bene. Possiede colpi da fuoriclasse, a tratti però si spegne condizionato anche dal nervosismo per alcune decisioni arbitrali dubbie nei suoi confronti.

Altinier 5 Qualche buon movimento in area, ma poco proficuo. Non ci arriva per un soffio su due buoni palloni serviti a centro area. (Dal 12' st Cianci 6 Entra e sbaglia un facile appoggio attirandosi i malumori del pubblico, poi trova i propri spazi e nel finale è bravo a tenere alta la squadra trovando anche un legno su una corta respinta del portiere marchigiano).

Cesarini 6,5 Il "mago" lotta e prova ad accendere la luce con un paio di accelerazioni pericolose e un palo in una serata che sembrava destinata a restare buia. Esce dal campo sofferente ad una caviglia. (Dal 30' st Napoli 6 Il suo ingresso coincide con la rete del vantaggio (procurandosi la punizione), ha il compito di cercare il secondo gol e per poco vi riesce, "murato" solo da un difensore).

All. Eberini 6,5 Deve fare i conti con una lista di infortunati lunghissima, ma trova la formazione adatta per un match di vitale importanza contro un diretto avversario in classifica. La Reggiana rischia qualcosa di troppo nel primo tempo e si prende pure i fischi del pubblico all'intervallo, però i valori in campo sono diversi e nella ripresa si vedono.


Vota il migliore granata in campo

 

FANO: Miori 6.5; Lanini 5.5, Ferrani 5.5, Gattari 5.5, Masetti 6; Schiavini 6 (44' st Costantino s.v.), Capellupo 6, Eklu 6.5 (35' st Varano s.v.); Filippini 6; Germinale 5.5, Melandri 5 (23' st Fioretti 5.5). All. Cuttone 5.5.

Commenti

I risultati e la classifica della 12ª giornata
Lombardo: «Spero che il mio gol sia di buon auspicio per le prossime gare»