Primo Piano

Narduzzo: «Con la Samb i tre punti più importanti della stagione. A Cesena servirà la stessa grinta»

«Mi riempie d'orgoglio essere titolare, ma non devo accontentarmi. Il fallo di Scappini? Noi portieri non siamo sempre tutelati nell'area piccola»

Redazione TuttoReggiana
05.11.2019 17:45

Uno dei protagonisti di questo inizio di stagione è certamente Davide Narduzzo: il portiere classe '94, al quarto anno in maglia granata, sta contribuendo con prestazioni importanti a mantenere la difesa della Reggiana una delle meno perforate del girone.

«Mi riempie d'orgoglio essere titolare - confessa Narduzzo - Non devo però accontentarmi ma vivere giorno per giorno sapendo che mi è stata concessa una grande opportunità da sfruttare fino in fondo».

La Reggiana è ancora la sorpesa della stagione o una realtà confermata?
«Non eravamo brocchi all'inizio e non siamo diventati dei fenomeni ora. La classifica fa piacere, ma è il frutto di un lavoro quotidiano importante sotto tutti i punti di vista. Dobbiamo continuare così, seguendo sempre le indicazioni del mister».

Quella di domenica con la Samb è stata una vittoria rocambolesca...
«Siamo stati bravi a crederci e non mollare fino alla fine. Forse sono stati i tre punti più importanti della stagione».

Il tuo parere da portiere sul gol subito da Fusco?
«Confesso che non ho seguito bene l'azione, ma d'istinto non ho esultato perché subire un gol del genere non è mai bello per un portiere...».

Hai ripensato forse all'episodio nel finale del derby vinto a Modena?
«Quello era ancora più clamoroso perché Perna mi aveva tolto completamente il braccio con la palla in mano. Domenica Scappini ha dato una spinta, ma l'arbitro non è intervenuto».

I portieri forse andrebbero maggiormente tutelati?
«Non siamo sempre tutelati dentro l'area piccola, specialmente in alcune situazioni in mischia. Ci sono anche situazioni complicate come quella di domenica dove deve essere l'arbitro a decidere se è fallo o meno il movimento dell'attaccante».

Ora testa al Cesena...
«Quella di sabato sera sarà un'altra partita fondamentale. Il Cesena è un'ottima squadra, ha una piazza incredibile quindi dovremo andare al "Manuzzi" con la massima attenzione e lucidità e con la grinta che ci ha contraddistinto finora».

Commenti

Paolo Rozzio migliore granata in campo di Reggiana-Sambenedettese
Spanò, ancora attesa per conoscere l'entità dell'infortunio