Primo Piano

Imbrattati i muri della sede di via Mogadiscio, insulti e minacce rivolte ai Piazza

Frasi ingiuriose nei confronti dei proprietari americani sono comparse nella notte tra sabato e domenica

Redazione TuttoReggiana
15.07.2018 15:00

Questa mattina i muri esterni della sede di via Mogadiscio si presentavano con un look completamente diverso: nella notte infatti sono stati imbrattati con bombolette spray di scritte contenenti insulti pesanti e minacce di morte. Si è arrivati persino a paragonare i coniugi americani alla tanto "odiata" multinazionale milanese: "Piazza Mapei stessa roba, m...".

L'esasperazione del popolo granata era già palpabile da diverse settimane consultando i vari social e nelle ultime ore tale sentimento a quanto pare si è tradotto nel primo vero e proprio gesto di contestazione rivolto nei confronti della famiglia Piazza, considerando che il faccia a faccia avvenuto il 26 giugno scorso tra alcuni rappresentanti della tifoseria organizzata e Mike Piazza era filato liscio senza alcuna reazione da parte dei numerosi tifosi radunati davanti ai cancelli della sede.

Domani sarà la giornata decisiva per conoscere le sorti dell'AC Reggiana 1919: passate le ore 19 se non sarà stato presentato alcun ricorso a seguito dell'esclusione dal campionato, sarà la fine per un club importante come quello granata alle soglie del centenario dalla fondazione...

Commenti

Serie C, irregolari le fideiussioni presentate da 10 club
Reggiana, ora è finita davvero! Comunicazione della società: «Non ci iscriviamo»