Primo Piano

Manfrin: «Ho pensato solo a tirare...»

Il terzino ex Alessandria protagonista assoluto nel primo tempo

Francesco Villa
30.05.2018 23:25

© TuttoReggiana

Partita memorabile per Gianni Manfrin che con un gol pesantissimo ha tenuto in partita la Reggiana nel primo tempo, prima del raddoppio firmato dal "Duca" Altinier ad inizio ripresa.

«Appena ho visto la palla di Bobb ho solamente pensato a tirare - racconta il terzino sinistro granata - Ho trovato l'angolo più lontano addirittura col mio piede debole, il destro».

Seconda rete in carriera per il difensore classe '93 : «Non segnavo da tempo.. l'ultima volta contro il Cesena nei playoff di serie B (nel 2014, ndr). È sempre un'emozione unica, sentire lo stadio gridare il tuo nome fa venire la pelle d'oca soprattutto a chi, come me, non è abituato».

Ti sei finalmente ritrovato nel finale di stagione dopo un inizio poco convincente...
«Ora sono molto contento. Ho ritrovato fiducia in me stesso; giocando con continuità è facile prendere autostima e confidenza. La mia stagione è cominciata male, numerosi infortuni e poche presenze. Ora sto finalmente avendo le mie occasioni e cerco sempre di sfruttarle al meglio».

Primo tempo sofferto per i granata...
«Il Siena è una squadra molto tecnica con un ottimo possesso palla. Nel primo tempo non riuscivamo a ripartire ed essere immediatamente pericolosi perché i bianconeri difendevano compatti con 11 giocatori dietro la linea del pallone. Col passare dei minuti abbiamo ritrovato il nostro gioco».

La Reggiana ha finalmente ritrovato anche la condizione?
«Oggi abbiamo dimostrato di avere gamba e questo ci dà fiducia in vista della prossima sfida. Il Siena probabilmente a causa del lungo stop ha perso smalto. Nella gara di ritorno però non avremo vita facile».

Hai accusato dolori alla gamba destra?
«Ho sentito un "dolorino" al flessore e per precauzione ho avvisato i mister, vista la situazione già complicata nel reparto difensivo».


Vota il migliore granata in campo di Reggiana-Siena

Commenti

La Reggiana è viva e sa lottare, a Siena vietato abbassare la guardia
Altinier: «Il gol mi mancava, questa vittoria è dedicata ai nostri splendidi tifosi»