Primo Piano

UFFICIALE - Mauro Antonioli e il suo staff si separano dalla Reggio Audace

Il club granata non rinnova il rapporto con il tecnico ex Ravenna. Salutano anche il vice Ivan Piccoli e il preparatore Davide Cosmi.

Redazione TuttoReggiana
31.05.2019 16:45

Mauro Antonioli assieme al presidente Quintavalli © Reggio Audace

La notizia era nell'aria già da settimane e la conferma, anche se in modo indiretto, l'aveva data proprio ieri sera lo stesso allenatore granata (qui la nostra intervista), presente alla serata dei saluti in Piazza San Prospero: da oggi però diventa ufficiale la separazione tra Mauro Antonioli e il club di via Giglioli Valle.

«Insieme al tecnico non proseguiranno il percorso in granata anche il vice allenatore Ivan Piccoli e il preparatore atletico Davide Cosmi (nella foto a fianco) - si legge nella nota stampa diffusa dalla Reggio Audace - Il club tiene particolarmente a porgere un ringraziamento al Mister e a tutto il suo staff per il grande e continuo impegno profuso sin da principio, avendo accettato l’incarico pochi giorni dopo la rinascita della società granata e con una rosa non ancora formata». Numeri alla mano, il bilancio di mister Antonioli e del suo staff è stato più che positivo: in 39 gare ufficiali la Reggiana ha conquistato 22 vittorie, 9 pareggi ed 8 sconfitte; 65 gol fatti e solo 35 quelli subiti per una media punti a gara di 1,92.

Una separazione che non coglie di sorpesa ma non per questo cancella il rapporto umano e di collaborazione formatosi mese dopo mese: «La compagine vuole augurare le migliori fortune professionali a persone che hanno saputo farsi apprezzare per dedizione, passione e capacità nel creare un gruppo di giocatori, ma ancora prima di persone, unite, affiatate e consapevoli del valore rappresentato da un'opportunità sportiva in questa città. Da parte di tutta la società, si rinnova un sincero ringraziamento a Mauro Antonioli, Ivan Piccoli e Davide Cosmi per il percorso fatto quest'anno. Si augura loro una buona fortuna per il futuro sportivo e personale».

Commenti

Antonioli al passo d'addio: «Nessuno mi aveva chiesto di vincere il campionato, si era parlato di un progetto pluriennale... »
Narduzzo: «Se arriverà una chiamata della società ci siederemo attorno ad un tavolo per discutere»