Primo Piano

Cavagna: «Giocare anche da mezzala non è un problema»

«Il campionato è lungo, ci sarà spazio per tutti»

Gian Marco Regnani
02.09.2018 11:00

 

Nella sofferta vittoria contro il Lentigione il mediano Janis Cavagna, proprio come nel secondo tempo domenica scorsa, ha agito da mezzala sinsitra lasciando i compiti di regìa al più giovane compagno Zaccariello. «Nasco come regista davanti alla difesa ma non era la prima volta che giocavo più spostato a sinistra - spiega il centrocampista classe '95 - Nel calcio moderno non ci sono ruoli predefiniti, quindi è un bene che il mister abbia scelto per me un altro ruolo anche perché con il forte pressing dei nostri avversari ho avuto più libertà di attaccare».

Nel primo tempo l'ex Pro Piacenza ha sfiorato un gran gol di tacco nato da un tiro fuori misura di Broso: «Non mi aspettavo quella palla, l'ho vista passare all'ultimo e ho cercato di centrare la porta come potevo ma è uscita di pochi metri. Queste sono situazioni che fanno la differenza in una partita, segnare subito poteva darci una marcia in più». L'incisività in zona gol è uno dei problemi più evidenti della Reggio Audace: «E' mancato lo spunto negli ultimi 25 metri, una lacuna da risolvere perché in questo campionato non penso concedano grandi occasioni».

La condizione atletica è un problema di tutti i giocatori della rosa granata: «Nonostante abbia iniziato la preparazione con l'Atalanta non sono ancora al top. Per fortuna hanno rinviato l'inizio del campionato, cosi arriveremo pronti alla prima giornata passando anche dalla prossima gara ufficiale in Coppa Italia. La stagione sarà lunga, penso che ci sarà spazio per tutti».


Vota il migliore granata in campo di Reggio Audace-Lentigione

Commenti

Da Adro a San Marino: Dilettanti sì, ma non allo sbaraglio
Staiti migliore in campo di Reggiana-Lentigione