L'avversario

Guidone: «Se segno esulto, ma tanto non capiterà...»

Big Drive è pronto per affrontare i granata e il suo alter ego Altinier

Redazione TuttoReggiana
08.12.2017 12:45

Padova vs Reggiana è anche Guidone vs Altinier, le due punte che la scorsa estate si sono scambiate le maglie scatenando le opinioni spesso contrastanti tra i tifosi sull'efficacia o meno della mossa di mercato effettuata dai due ds Zamuner e Magalini.

«Altinier ha detto che non sa se esulterà e tanto non farà gol, quindi non segnerò nemmeno io - ha affermato Marco Guidone alla stampa veneta - Al "Duca" piace nascondersi e fare lo scaramantico, quindi sto al suo gioco. Se mi pesa l'eredità di Altinier? No, alla fine ci sarà sempre qualcuno che preferisce l'uno o l'altro. In un paio di occasioni sono uscito dall’Euganeo tra gli applausi, nonostante non avessi segnato, e questo mi ha fatto capire che i tifosi riconoscono il mio lavoro. La cosa più importante, poi, è sentire sempre la fiducia di allenatore e società».

Big Drive non segna da più di un mese: «È normale che un attaccante soffra l’astinenza, ma più ci penso più il gol non arriva. Non devo farmi condizionare, meglio non pensarci visto che quando ho segnato con il Mestre non avrei nemmeno dovuto giocare visto che non stavo bene».

La Reggiana arriva all’Euganeo forte di 16 punti in 6 partite: «Quella granata è una squadra costruita per il vertice, vincere vorrebbe dire spedirla a meno 14 dalla vetta e metterla fuori gioco per la corsa al primo posto. Dobbiamo sfruttare quest’opportunità».

«Sinceramente – prosegue Guidone – non sento questa partita più di tanto, vale sempre tre punti come le altre. Però incontrerò con piacere tanti ex compagni, uno su tutti Andrea Bovo con il quale ho legato moltissimo l’anno scorso. Anche lui è un ex, e so che ci tiene a questa gara, anche se in questi giorni non ci siamo sentiti però era stato lui a parlarmi benissimo del Padova, perché qui ha vinto anche un campionato e mi ha detto di venirci subito perché è una grande piazza. Io, Trevisan e Contessa abbiamo dato qualche consiglio ai nostri compagni per fare capire a loro le caratteristiche dei giocatori della Reggiana, per vincere ci vorrà il migliore Padova».

Guidone ha le idee chiare su cosa fare in caso di gol: «Sono stato sempre contro a quei giocatori che non esultano se fanno gol alla loro vecchia squadra. D’altra parte alla Reggiana non sono stato dieci anni, ma una sola stagione anche se bella. Non penso di mancare di rispetto se dovessi esultare dopo un mio gol».


(Fonti: Mattino di Padova e Gazzettino)

Commenti

I risultati e la classifica della 18ª giornata. Colpo Samb nell'anticipo, rallentano Renate, Feralpi e Mestre
Eberini: «Il Padova non ci spaventa, i ragazzi sono tutti sereni»