Primo Piano

Eberini: «Il pareggio un risultato che dà continuità. Solo la Reggiana ha cercato di vincere nel secondo tempo»

Il tecnico granata elogia la prestazione di Carlini

Gian Marco Regnani
12.11.2017 19:00

Sergio Eberini guarda al bicchiere mezzo pieno dopo il pareggio in rimonta di Bolzano contro il Südtirol dell'ex allenatore e giocatre granata Paolo Zanetti.

«Nel primo tempo gli avversari aspettavano solo l'occasione giusta per ripartire in contropiede - ha spiegato il tecnico 63enne - Non mi interessa se il gol era in fuorigioco o meno, lì ha sbagliato la difesa. Dopo che la gara pareva compromessa, nel secondo tempo l'unica suqadra che ha cercato di vincere è stata la Reggiana. Ritengo che la nostra prestazione sia sulla falsariga delle ultime gare: abbiamo giocato un buon calcio, e messo in mezzo all'area tante palle però va migliorata la fase offensiva, lavoreremo di più su quelle situazioni lì».

Il 4-3-3 schierato dalla Reggiana oggi era un modulo molto elastico..
«Sì, i centrocampisti sono stati bravi a muoversi anche se le punte hanno faticato contro la linea a cinque del Südtirol».

Nella ripresa Carlini si è abbassato molto per cercare il pallone...
«Abbiamo cambiato la sua posizione perché volevamo uscire con la palla da dietro. Genevier e Carlini hanno preso in mano il pallino del gioco e i ragazzi hanno fatto tutto quello che potevano per vincere».

Perché Napoli e non Cesarini dall'inizio?
«Cesarini sa che sta vivendo un momento difficile ed ha capito la scelta, nel secondo tempo ha dato tutto quello che aveva. Noi facciamo in modo di recuperare tutti, poi le prestazioni e gli allenamenti ci aiutano a decidere la formazione».

Cosa c'è da salvare della prestazione odierna?
«Spendo una parola per Carlini: è stato encomiabile in tutte e due le fasi. È un giocatori che torna utile in tutte le situazioni».

Invece cosa non le è piaciuto nel primo tempo?
«Cercavamo di giocare rapidamente la palla in avanti, invece nella ripresa abbiamo ragionato di più palla a terra».

Il gol subito da cosa è nato?
«Siamo rimasti "piatti" senza scappare in avanti, colpa di un atteggiamento sbagliato della linea difensiva, non di un errore del singolo giocatore».

Due vittorie ed un pareggio nelle ultime tre gare: la Reggiana è uscita dal momento più buio?
«La prossima partita forse ci dirà la risposta. Ogni domenica per noi è un esame, quello odierno l'abbiamo superato».

Domenica prossima tornano solo Bovo e Bobb o si aggiungerà qualche altro giocatore?
«Bastrini questa settimana si allenerà con più intensità e forse avremo nuove alternative dietro. Oggi in mezzo al campo hanno speso tante energie, vedremo chi recupererà». 


Vota il migliore granata in campo di Südtirol-Reggiana

Commenti

I risultati e la classifica della 14ª giornata
Carlini vede miglioramenti: «Bravi nel secondo tempo a giocare la palla»